Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
15 apr 2022

Ucraina, la guerra di Turetskyy con le armi dell’arte

L’artista ucraino è bloccato a Leopoli, le sue opere invece viaggiano. Ieri sono arrivate a Villa Longoni a Desio: il ricavato della mostra aiuterà i profughi

15 apr 2022
alessandro crisafulli
Cronaca
pintus desio  Ivan Turetskyy
Ivan Turetskyy
pintus desio  Ivan Turetskyy
Ivan Turetskyy

Desio (Monza) - Lui è bloccato in Ucraina, a Leopoli, per via della guerra. Le sue opere, invece, viaggiano. Ed è attraverso queste che può aiutare i suoi connazionali e, in generale, chi ha bisogno.

I capolavori del maestro ucraino Ivan Turetskyy fanno tappa in Brianza, da oggi. In particolare presso la splendida Villa Longoni di Desio, dove è arrivata la mostra organizzata dal Consorzio Comunità Brianza in collaborazione con l’associazione ArteMilo1941.

Una mostra per aiutare i profughi ucraini, patrocinata dal Comune di Desio. "Le opere arrivano dalla Fabbrica del Vapore di Milano dove sono state in esposizione – racconta Sofia d’Alessio, responsabile della comunicazione di Villa Longoni –. Avevamo deciso di realizzare questa mostra già prima dello scoppio della guerra. Poi, visto cosa è successo, abbiamo pensato di trasformarla in una iniziativa di solidarietà".

L’obiettivo principale dell’evento, infatti, oltre che far conoscere questo originale artista contemporaneo, è raccogliere fondi per sostenere le attività e i servizi de La Posteria Sociale di via Grandi a Desio, spazio che offre alle famiglie bisognose cibo e beni di prima necessità: un altro progetto che vede il Consorzio Comunità Brianza partner del Comune di Desio e che rappresenta un modo innovativo di offrire assistenza a chi si trova in condizione di difficoltà sociale ed economica. "In particolare in questo doloroso momento storico che vede il popolo ucraino in una situazione di grande sofferenza – spiegano i promotori – la Posteria offrirà cibo e beni di prima necessità anche ai profughi arrivati sul territorio e alle famiglie locali che stanno ospitando nelle loro case i profughi stessi".

Ieri le 20 opere del maestro ucraino sono arrivate a Desio ed è stata allestita l’esposizione, che rimarrà attiva fino al 30 aprile. Durante i weekend saranno anche proposti dei laboratori gratuiti per bambini, con attività creative e giochi di luce per invocare la pace. Tra le autorità ed associazioni partner, il Consolato Generale della Repubblica Ucraina, Regione Lombardia, Comune di Milano. Sarà possibile accedere (costo 5 euro), i giorni 16, 17, 23, 24 e 30 aprile, dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 19.

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?