Educazione stradale a pedali. Patto con il Palio per i bambini

MEDA Gli alunni alla guida di un’auto per imparare l’educazione stradale: un’auto finta, ...

Educazione stradale a pedali. Patto con il Palio per i bambini
Educazione stradale a pedali. Patto con il Palio per i bambini

Gli alunni alla guida di un’auto per imparare l’educazione stradale: un’auto finta, naturalmente. O, meglio, un’auto a pedali. Il progetto di educazione stradale nelle scuole quest’anno si arricchisce di una possibilità in più grazie alla collaborazione dell’Amministrazione comunale con l’Associazione Palio di Meda che ha deciso di mettere a disposizione del progetto le vetture a pedali che vengono ogni anno utilizzate dai diversi rioni per l’appassionante gara di settembre nel centro cittadino. "È la prima volta che si inserisce questa possibilità nel nostro progetto ed è un arricchimento per tutti - commenta Fabio Mariani, assessore alla Sicurezza -, oltre che un sistema utile per accrescere l’interesse degli alunni in materia di prevenzione e sicurezza stradale. Un’idea che riteniamo importante per favorire la creazione di una coscienza civica della circolazione attraverso la consapevolezza di condotte sicure da tenere alla guida". Parte fondamentale della sicurezza stradale sarà come sempre il contributo offerto dalla polizia locale. Con quelli della primaria, come sempre, si provvederà a fare la prova pratica in bicicletta in tutta sicurezza.

Per i ragazzi della secondaria di primo grado, invece, quest’anno la novità è rappresentata dalle auto a pedali negli spazi del ciclodromo di via Icmesa. Dopo avere appreso in classe le nozioni sulla sicurezza stradale, si cimenteranno in una prova di guida. Qui, a differenza di quanto accade durante il Palio, non vince chi va più forte bensì chi avrà dimostrato di saper rispettare la segnaletica e di aver guidato l’auto con prudenza. Per tutti questi ragazzi si tratta senza dubbio di una esperienza da ricordare, stimolante ed educativa allo stesso tempo.

Gualfrido Galimberti