Capodanno a teatro. Chiuso il tempio della prosa ma nelle altre sale di Monza si brinda a fine spettacolo

Doppio palcoscenico al Binario 7, dove si ride e si riflette negli spazi Chaplin e Picasso. La novità per il 2024 sarà l’introduzione del catering dei ragazzi speciali di Tiki Taka.

Capodanno a teatro. Chiuso il tempio della prosa ma nelle altre sale di Monza si brinda a fine spettacolo
Capodanno a teatro. Chiuso il tempio della prosa ma nelle altre sale di Monza si brinda a fine spettacolo

Luci spente nel tempio della prosa, Monza festeggia il Capodanno negli altri due teatri, il Villoresi e il Binario 7. Al teatro Manzoni le feste sono arrivate prima. Il momento di socialità e auguri con panettone e spumante si è svolto il 16 dicembre, al termine dello spettacolo di Gabriella Greison “Le sei donne che hanno cambiato il mondo“.

"D’accordo con l’amministrazione comunale abbiamo sempre organizzato con piacere lo spettacolo di Capodanno – ricorda la direttrice artistica Paola Pedrazzini – ma abbiamo dovuto interrompere nel 2020 a causa del Covid, riprovando, con tutti gli accorgimenti nel 2021. Poi gli strascichi della pandemia hanno avuto ripercussioni sul 2022, quindi abbiamo desistito. Noi programmiamo la stagione e gli eventi con un anno di anticipo. Per questo, lo scorso anno, sulla programmazione di quest’anno, abbiamo preferito essere prudenti. Ma d’accordo con l’assessora alla cultura Arianna Bettin abbiamo convenuto di ripristinare lo spettacolo di Capodanno dalla prossima stagione".

Due sale, un’unica grande risata per aspettare l’anno nuovo invece al Binario 7. In sala Chaplin, alle 22.30, andrà in scena “L’anno sabbatico“, di Valeria Cavalli, con Arturo Di Tullio, Monica Faggiani e Flavia Marchionni, produzione del Teatro de Gli Incamminati.

In scena si alternano momenti comici e allegri ad altri in cui il sarcasmo e le battute fanno da padrone come nella migliore tradizione della commedia all’italiana. L’anno sabbatico post maturità di Elisa dura 15 mesi: finalmente torna a casa, ma ben presto quella che doveva essere una cena allegra e spensierata si trasforma in una serata pirotecnica. Dopo lo spettacolo, seguirà un momento di festa insieme agli artisti, con panettone, pandoro, tante bollicine e musica. Biglietti: intero 46 euro, ridotto 36, allievi Scuola di teatro Binario 7 e under 18 a 26 euro.

Lo stesso vale per gli spettatori della sala Picasso, dove andrà in scena “Il matrimonio era ieri“, una produzione della Compagnia Teatro Binario 7 di Giuseppe Della Misericordia, per la regia di Valentina Paiano, con Cristina Cantori, Anna Cenci, Massimo Dentico, Dario Marvulli, Nicolas Montemagno, Carlo Ortis, Matilde Perego, Maria Giovanna Stomeo.

Il matrimonio è il giorno più bello della vita, a qualsiasi costo. Stefano rimane bloccato in aeroporto e arriva al suo matrimonio con un giorno di ritardo. È pronto ad affrontare la rabbia della sposa, invece fa una scoperta sconvolgente: il matrimonio è stato celebrato senza di lui. Non appena lo sposo arriva, parla con tutti: la migliore amica della sposa, la madre, la sorella, il testimone, il prete e persino il figurante che è stato coinvolto per prendere il suo posto. Ognuno di loro gli fornisce la propria versione dei fatti, spiegandogli perché sia stato giusto sposarsi così. Una satira esilarante, cinica e veloce, nella quale tutti i luoghi comuni sul matrimonio e sull’amore sono capovolti. Biglietto intero 40 euro, ridotto 30.

"Ormai dal 2017 proponiamo il doppio spettacolo per Capodanno – ricorda il direttore amministrativo Gregory Bonalumi –. La formula funziona, facciamo sempre sold out e quindi la ripetiamo anche quest’anno. Il 2023 è andato bene, stiamo lentamente tornando ai numeri pre Covid. La novità per il 2024 sarà l’introduzione del catering di Tiki Taka, per eventi e convegni. Pensiamo anche ad eventi speciali, come l’Aperitivo a teatro".

Il teatro Binario 7 ha anche una vocazione aggregativa sul territorio. Ristrutturato l’ex bar in terrazza, verrà attivato il TikiCatering: servizio di ristoro per gli utenti di alcuni eventi del teatro, a cura del Progetto Tiki Taka.

La Danza Immobile Ets e la cooperativa sociale Novo Millennio hanno ricevuto il sostegno di Fondazione Cariplo e di Fondazione della Comunità di Monza e Brianza (bando Emblematici provinciali 2022) per avviare, nel bar del teatro, un servizio ristoro con catering, gestito da persone con disabilità. I ragazzi disabili del Progetto Tiki Taka parteciperanno in veste di camerieri dei prodotti pre confezionati. Il servizio verrà offerto come opzione in più a chi affitta le sale del Binario 7 per eventi o conferenze.