Studenti in azienda: prove di lavoro tra un imballaggio per uovo e test sulla forza dell’alluminio

Orientamento in presa diretta alla Nokia di Vimercate e alla Hydro Extrusion di Ornago per i ragazzi delle Canossiane di Monza e del Fermi di Desio

Gli studenti in visita alla Hydro Extrusion di Ornago

Gli studenti in visita alla Hydro Extrusion di Ornago

Vimercate, 7 marzo 2024 – Le aziende prenotano giovani talenti. O, almeno provano a instillare nei futuri ingegneri, matematici e fisici la passione per le materie scientifiche. Un punto di partenza. È nato per questo il Tech Tour di Assolombarda: porte aperte nei centri ricerca e nelle fabbriche della Brianza per toccare con mano l’innovazione e un possibile mestiere per la vita.

Ieri, Giornata della Tecnologia, gli studenti delle Canossiane di Monza e del Fermi di Desio hanno fatto orientamento in presa diretta alla Nokia, a Vimercate, e alla Hydro Extrusion, a Ornago. L’oggi e il domani che si danno la mano. Per i ragazzi una mattinata in un mondo spesso ancora troppo distante dai banchi e che iniziative come questa provano ad accorciare. Nel cuore del colosso finlandese delle telecomunicazioni i giovani hanno indossato i visori e sperimentato la realtà virtuale nel laboratorio Nokia Edu, dove si fa formazione per i clienti.

Prima, avevano affrontato un’altra prova. Una piccola ricerca, che poi tanto piccola non è: divisi in gruppi hanno dovuto inventarsi un imballaggio per un uovo che cadendo da otto metri doveva atterrare integro. Sorpresa, due team su cinque hanno centrato l’obiettivo. E fra loro ci sono forse i "cervelli” che fra qualche anno saranno qui a progettare ponti radio e fibre ottiche, autostrade invisibili sulle quali ogni giorno, ogni istante, ormai, viaggia tutto: dati e vite.

"L’appuntamento di Assolombarda è un’opportunità importante – dice Gaetano Caldirola delle risorse umane – ormai da 10 anni a questa parte fatichiamo a trovare figure professionali da inserire nelle nostre fila. A Vimercate non c’è produzione, un terzo dei 1.280 dipendenti fa ricerca, qui non ci sono operai, ma solo impiegati, quadri e dirigenti". Con i 23 allievi, due insegnanti, Anna Boletti di informatica e Tommaso Manzon di filosofia.

Accanto a loro, Domenico Lolli, direttore risorse umane del colosso delle Tlc. "Ci ha colpito che ci fossero docenti di queste due materie – aggiunge Caldirola – abbiamo discusso di intelligenza artificiale, in futuro in Nokia, viste le implicazioni della nuova tecnologia, ci vorranno anche i filosofi".

Stesso entusiasmo a una manciata di chilometri, alla Hydro di Ornago, multinazionale norvegese dei profilati di alluminio. Gli studenti in arrivo da Desio hanno visitato l’impianto di estrusione in piena attività e il laboratorio dedicato ai controlli di qualità, dove i ragazzi ci sono cimentati con test sulla durezza e la trazione del metallo. Qui, l’esperienza si inserisce in un piano consolidato di collaborazione con la scuola, fra progetti di alternanza e assunzioni dopo il diploma, o la laurea e uno stage.