BARBARA APICELLA
Cronaca

Estate e animali, ecco le vacanze perfette: il vademecum per Fido

Monza, al rifugio di via San Damiano dispensano informazioni utili per l’estate in città. Acqua sempre a disposizione, zone d’ombra e occhi aperti sui forasacchi

Migration

Monza – Ormai le vacanze sono alle porte. C’è chi partirà per mari, monti e città d’arte (naturalmente insieme al proprio amico a quattro zampe), e chi invece rimarrà in città concedendosi comunque momenti di svago e di divertimento. L’importante, però, è prendere le giuste precauzioni affinché sia un’estate gioiosa anche per il nostro animale domestico. Dall’Enpa di Monza arrivano i suggerimenti per un’estate perfetta in compagnia del proprio cane e consigli utili anche per la sua gestione durante le trasferte e i viaggi. Naturalmente bisogna sempre a portata di mano la ciotola con l’acqua. Ben vengano le passeggiate, ma non nelle ore più calde e soprattutto non sull’asfalto rovente. Meglio evitare le corse, ma optare per più rilassanti camminate. Se si è in giro durante giornate calde bisogna inumidire la testa del nostro fedele amico a quattro zampe, e se invece si sta in cortile o in giardino è fondamentale creargli un’area ombreggiata. Attenzione per chi porterà il cane in spiaggia. Anche in questo caso sono consigliate le ore meno calde, ma comunque è fondamentale creargli zona d’ombra, lasciargli sempre a disposizione la ciotola ben rifornita di acqua e di tanto in tanto rinfrescarlo.

Tra i maggiori rischi della stagione c’è il colpo di calore. "Dovete intervenire per tempo rovesciandogli addosso una notevole quantità di acqua fresca, in modo da abbassare la temperatura – spiegano i volontari del rifugio di Monza –. Se vedete che fatica a riprendersi portatelo il prima possibile dal veterinario. Una attenzione ancora maggiore va riservata ai cani anziani o brachicefali (per esempio bulldog, carlino…), che essendo caratterizzati da un muso più corto fanno più fatica a respirare nelle giornate più afose".

Naturalmente il cane non va lasciato chiuso in macchina sotto al sole: oltre ad essere molto pericoloso è un reato. "Molte sono le sentenze di condanna per l’abbandono in automobile, perché si sottopone l’animale a detenzione incompatibile – ricordano dal rifugio –. Nel caso ci dovessimo imbattere in un animale chiuso in automobile sotto il sole dobbiamo contattare il numero unico di emergenza (112) per sollecitare un tempestivo intervento". Infine attenzione ai forasacchi, le spighe che si trovano in questa stagione. Quando si seccano, infatti, diventano pericolosi, riescono a infilarsi anche nelle narici e nelle orecchie e nei casi più gravi raggiungono il sistema respiratorio e potrebbero dare esiti fatali.