Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
27 mag 2022

San Siro, il Comune batte cassa ma il comitato Sì Meazza attacca

L’assessore Conte: siamo in credito di 10 ,7 milioni di euro con Milan e Inter. Il 1° giugno riunione tecnica. I contrari al progetto del nuovo stadio oggi in assemblea all’Anteo

27 mag 2022
massimiliano mingoia
Politica
San Siro
San Siro
San Siro
San Siro

Milano, 28 maggio 2022 - Tutto come da previsioni della vigilia. La commissione comunale dedicata all’analisi della determinazione della Corte dei Conti sulla gestione dello stadio di San Siro conferma la strategia di Palazzo Marino anticipata giovedì dal Giorno . Primo punto. L’assessore al Bilancio Emmanuel Conte ieri ha espresso l’intenzione della Giunta di chiudere in tempi brevi la partita contabile tra amministrazione (proprietaria del Meazza) e M-I Stadio (la società controllata da Milan e Inter che gestisce l’impianto) per quanto riguarda il calcolo del canone di locazione tra cash e lavori a scomputo nel decennio 2010-2020: il Comune è in credito con i club di 10,7 milioni di euro. Secondo punto. L’assessore ha annunciato che la verifica sui lavori a scomputo non avverrà più ogni 10 anni, ma tornerà all’originaria scadenza quinquennale. Sul primo punto, Conte, in commissione, ha sottolineato che "in una prima analisi la nostra amministrazione prevede che nel confronto tra lavori fatti dai club per lo stadio e canone di locazione cash, il Comune è in credito con Milan e Inter di 10,7 milioni di euro. Il nostro obiettivo, a questo punto, è di dare seguito all’invito della Corte dei Conti e chiudere la partita sui residui nel 2022. In modo tale da inserire la cifra nel rendiconto di bilancio del Comune e dimostrare alla Corte che abbiamo chiuso la partita". Il 1° giugno è stato fissato un collegio tecnico per formalizzare la richiesta di credito dell’amministrazione nei confronti dei club. Quanto alla questione dei tempi per le verifiche contabili, l’assessore ha confermato che "tenendo conto della scadenza decennale che terminava lo scorso 1° luglio 2020, torneremo ai controlli sui lavori a scomputo ogni cinque anni, come inizialmente previsto nella Convenzione che regola i rapporti tra Comune e club. Approveremo una delibera di Giunta in cui sarà ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?