Matteo Darmian dopo il gol dell'1-0 in Inter-Hellas Verona
Matteo Darmian dopo il gol dell'1-0 in Inter-Hellas Verona

Da Rescaldina allo scudetto. Passando per Palermo, Torino, Manchester e Parma. Matteo Darmian è il campione d'Italia maggiormente "a chilometro zero". Nato a Legnano nel 1989, Darmian è cresciuto a Rescaldina dove ancora abitano i suoi genitori. In paese insieme alla moglie Francesca e al figlio Achille torna spesso e nei prossimi giorni ci tornerà da campione d'Italia. Sarà il secondo campione d'Italia nato e cresciuto a Rescaldina, visto che ad avere il primato assoluto è quel Marco Simone che in maglia milan riesce a dare il proprio contributo alla vittoria di ben tre scudetti consecutivi. Proprio in rossonero Darmian ha mosso i primi passi dopo essere esploso alla Carcor, realtà calcistica di Rescaldina che da decenni cura la formazione umana e calcistica dei ragazzi e che nel corso degli anni ha sfornato campioni, con le giovanili del Milan dal 2001 al 2009 e quattro presenze anche in Prima squadra, prima di andare al Padova e poi partire per Palermo.

L'uomo in più

Quello del 2021 è per Matteo Darmian il primo scudetto di una carriera che lo ha sempre visto leader silenzioso. Mai sopra le righe sia in campo sia fuori, nessuna protesta plateale in caso di provvedimenti arbitrali non condivisi. Ma soprattutto tanti chilometri nelle gambe. Da terzino può giocare tanto a sinistra quanto a destra, ma è quest'ultima la corsia che preferisce. Polmoni d'acciaio, scatto bruciante e nelle ultime partite di questa stagione all'Inter anche fiuto del gol. Darmian si è rivelato nello sprint finale verso lo scudetto l'arma in più dell'Inter di Antonio Conte.

La vetrina

Il terzino di Rescaldina si  era messo in luce già a Palermo nel 2010, ma è al Torino che arriva la consacrazione. Ben 133 partite in cinque stagioni, praticamente titolare inamovibile. In tanti mettono gli occhi su di lui, ma Darmian non può che cedere alla corte del Manchester United. Lì assapora palcoscenici internazionali e in diversi casi viene nominato "giocatore del mese": Contestualmente si sposa con Francesca Cormanni e la nascita del figlio Achille fa propendere il calciatore per un trasferimento in Italia, più vicino alla sua famiglia di origine.

Dal Parma allo scudetto

Darmian arriva al Parma e si fa notare, tanto da tornare in orbita Nazionale. L'Inter gli mette gli occhi addosso: di un pendolino come lui sulla fascia c'è un gran bisogno nelle geometrie di mister Antonio Conte. In nerazzurro comincia la stagione un po' in sordina, ma ha soltanto bisogno di carburare. Il "diesel" Darmian inizia a diventare una pedina importante e i suoi gol nelle ultime partite sono fondamentali per festeggiare in anticipo la conquista dello scudetto. E festeggiare con tutta la famiglia.