Violenza di genere, fondamentale sensibilizzare sempre e ovunque

La Rete Viola invita tutti alla camminata del 21 ottobre e lavora per organizzare nuove iniziative nelle scuole.

Violenza di genere, fondamentale  sensibilizzare sempre e ovunque

Violenza di genere, fondamentale sensibilizzare sempre e ovunque

Un’estate “funesta” per le donne, tam tam social d’agosto, al grido di “save the date”: ancora lontano ma fondamentale l’appuntamento con la Camminata di sensibilizzazione della Rete Antiviolenza Viola, che quest’anno si terrà il 21 ottobre. Ma l’estate non è di stop. Restano in funzione gli sportelli antiviolenza, cinque sul bacino della rete, operativa ormai da cinque anni in tutta l’Adda Martesana. E una lettera è stata inviata ai presidi e direttori degli istituti scolastici del bacino: obiettivo, rinforzare la collaborazione fra la corazzata antiviolenza e la scuola, con iniziative che arriveranno, e con progetti "che erano già partiti, ma sono stati in parte rallentati o bloccati dal Covid". Rimbalzano nei giorni tristi dei fatti di Palermo, sulle pagine social dei “fondatori” in area della Rete Antiviolenza Viola, il promemoria e l’invito alla camminata ottobrina. Con qualche significativa frase d’accompagnamento: "Alla luce degli ultimi drammatici e numerosi eventi violenti – scrive Valentina Francapi, referente della Rete per Melzo, il Comune capofila – esserci diventa importante, se non fondamentale". "L’estate che si conclude ci ha donato purtroppo fatti di cronaca agghiaccianti – così Francapi –. È evidente che la problematica che vede noi tutti impegnati da anni è sempre più seria. Bisogna rinforzare l’azione, e consolidare il lavoro in rete". La marcia antiviolenza si era tenuta negli anni scorsi in novembre. "Gradualmente abbiamo anticipato la data – così ancora Francapi –. Quest’anno l’abbiamo programmata per la seconda metà di ottobre. Per non ‘confonderla’ con le tante iniziative che, Comune per Comune, vengono promosse in occasione del 25 novembre, e perchè sia una specie di evento di apertura appunto di queste iniziative". Le attività della rete ripartono in settembre con un obiettivo particolarmente importante: riprendere la progettualità e la collaborazione con le scuole. "Molti istituti scolastici superiori hanno già avviato in passato progetti e percorsi, gli studenti conoscono le attività della Rete viola, vi sono state collaborazioni. Ma bisogna fare di più. Si sta lavorando per strutturare nuove iniziative". Monica Autunno