Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
26 mag 2022

Vidas compie 40 anni e festeggia con tre progetti

26 mag 2022
Una delle prime équipe domiciliari
Una delle prime équipe domiciliari
Una delle prime équipe domiciliari
Una delle prime équipe domiciliari

Vidas, l’organizzazione dei “volontari italiani domiciliari per l’assistenza ai sofferenti“, compie 40 anni. È nata a Milano il 28 maggio del 1982 dal sogno di Giovanna Cavazzoni di "curare chi non può più guarire", e festeggia con tre nuovi progetti e un festival culturale. Attive sette équipe composte da 117 operatori sociosanitari e 288 volontari; ogni anno si occupa di oltre 2.300 pazienti, adulti e bambini, a domicilio e nei suoi hospice, Casa Vidas e Casa Sollievo Bimbi.

Oggi si apre alle nuove fragilità con tre progetti a Milano: “Cronici complessi fragili“, mettendo a disposizione una micro-équipe per l’assistenza a domicilio dei pazienti dimessi dall’ospedale. Poi: “Più vita agli anni“, da attuare in una cascina riqualificata per l’accoglienza di anziani malati e soli. E “Campus Vidas“, un incubatore di start-up a impronta sociale ed etica. "L’opera di Vidas è il dono alla società di una donna eccezionale nella normalità dei suoi sentimenti, profondi, sinceri – afferma Ferruccio de Bortoli, presidente –. Prima della nascita di Vidas e della legge del 2010 sulle cure palliative, i malati terminali erano condannati a una “morte civile”". Tra domani e domenica al Teatro Franco Parenti, Vidas dona alla città “Incontro“, festival culturale aperto a tutti (gratuito, con prenotazione obbligatoria su vidas.it).

M.V.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?