"Un’occasione persa per l’accessibilità il no al primo progetto di Milan e Inter"

L’assessora comunale Riva torna sul piano di un nuovo impianto a San Siro

"Un’occasione persa per l’accessibilità il no al primo progetto di Milan e Inter"

"Un’occasione persa per l’accessibilità il no al primo progetto di Milan e Inter"

"Un’occasione persa anche da questo punto di vista". Così Martina Riva torna sull’abbandono coatto del progetto originale del nuovo stadio di Milano, quello che prevedeva un nuovo impianto per il calcio sempre nell’area dell’attuale San Siro. L’ennesimo aspetto per il quale, secondo l’assessora comunale allo Sport e alle Politiche giovanili, si può parlare di "occasione persa" è quello relativo all’accessibilità che il nuovo stadio avrebbe garantito alle persone con disabilità a fronte di quella che può garantire oggi il caro, vecchio San Siro: "Un progetto da 1,3 miliardi di euro – ricorda e rimarca Riva – a carico delle due società cittadine, Milan e Inter, che ci avrebbe restituito un’arena calcistica del tutto moderna, accessibile e inclusiva".

Parole proferite durante e dopo la presentazione del manifesto “Live for All“, finalizzato ad affermare il diritto delle persone con disabilità a partecipare a concerti, partite ed eventi sportivi in generale in condizioni di parità rispetto a tutti gli altri, un manifesto al quale il Comune di Milano ha aderito. "Sappiamo che la nostra città ospita tantissimi eventi – prosegue Riva –, l’amministrazione è molto attiva, non solo in vista delle Olimpiadi e delle Paralimpiadi del 2026, per rendere la città sempre più accessibile. Entro il 2026 avremo tutte le linee della metropolitana pienamente accessibili – rimarca l’assessora –, mentre per quanto riguarda gli impianti sportivi abbiamo già delle eccellenze: tutti gli impianti di MilanoSport sono pienamente accessibili, ma naturalmente ogni buon risultato non è altro che un punto di partenza". La stessa Riva fa presente poi l’impegno per inserire la causa dell’accessibilità tra i requisiti perché un evento possa ottenere il patrocinio del Comune di Milano. "Ora l’impegno – conclude – è quello di ascoltare le associazioni delle persone con disabilità per capire cosa si possa fare in più e con le risorse disponibili per migliorare ulteriormente l’accessibilità degli eventi". A chi le chiede se ci siano novità sui destini e i progetti di ristrutturazione di San Siro, l’esponente della Giunta guidata da Giuseppe Sala risponde: "Da Webuild non ci sono al momento novità, speriamo di averne a brevissimo, entro questa settimana. Il progetto non sarà nuovo al 100 per cento ma sono sicura che guarderà tanto al tema dell’accessibilità che tanto ci interessa come amministratori".

Giambattista Anastasio

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro