Unica dirigenza scolastica la svolta dall’anno prossimo: il livello dell’offerta non cambia

Cade l’autonomia per le istituzioni con meno di 600 alunni .

A partire dall’anno scolastico 2024-25 Pieve Emanuele avrà un’unica dirigenza scolastica. A livello nazionale e regionale è prevista infatti una graduale riduzione del numero delle Istituzioni scolastiche, secondo coefficienti e parametri specifici che tengono conto anche del calo generale della popolazione scolastica: sostanzialmente ad essere chiuse saranno le Istituzioni scolastiche con meno di 600 alunni. Sul nostro territorio sono attualmente presenti due Istituti Comprensivi statali, ovvero Betulle e Viquarterio: ad oggi l’IC Betulle conta 569 iscritti, dunque un numero non sufficiente a consentirne l’autonomia, mentre l’Istituto Comprensivo Statale ad indirizzo musicale di Via Viquarterio conta una popolazione scolastica sufficiente. Insomma sotto la soglia per pochi alunni. "Vogliamo ringraziare le figure apicali dell’ICS Betulle per il pregevole lavoro organizzativo e di programmazione messo in campo in questi anni, tutto a beneficio dei bambini - commenta il sindaco Pierluigi Costanzo -. Da parte nostra, assicureremo ogni tipo di supporto all’IC Viquarterio, perché possa continuare a garantire un livello di servizi di elevata qualità, vista la maggior complessità che si presenterà da settembre in poi in termini organizzativi". Una rivoluzione organizzativa anche se gli edifici resteranno quelli esistenti. "Ci tengo a rassicurare i genitori - sono le parole dell’assessore alla Pubblica Istruzione Erminia Paoletti - sul fatto che i nostri bambini e ragazzi non subiranno ripercussioni: sono certa che la professionalità della dirigenza scolastica e del collegio docenti garantirà il livello dell’offerta didattica". Mas.Sag.