Quotidiano Nazionale logo
25 apr 2022

Una targa ricorda don Battista, il prete partigiano

Collaborò coi servizi segreti alleati e con la Brigata Gerolamo ma criticò le esecuzioni sommarie

Era stato ordinato nel 1940, mentre la Chiesa si trovava a confrontarsi con la guerra e i regimi totalitari. Poi l’arrivo nel 1942 a Cinisello e meno di un anno dopo il patto stretto con Pietro Vergani, il futuro comandante delle Brigate Garibaldi della Lombardia, per combattere i nazifascisti. La città ha voluto ricordare don Battista Testa, il prete partigiano, a cui è stata dedicata una targa all’esterno di Villa Arconati in piazza Gramsci, dove visse dal 1942 al 1950. Figlio di contadini trevigliesi, fu uno dei protagonisti della Resistenza a Cinisello. Dopo l’armistizio nascose soldati italiani e prigionieri stranieri, guidò l’attività dei cattolici nel Cln locale, coordinò la distribuzione di sussidi alle famiglie dei renitenti e dei partigiani, organizzò l’invio di rifornimenti alle brigate di montagna. La seconda svolta nel 1944, quando entrò in contatto con la Brigata Gerolamo e iniziò a collaborare con i servizi segreti alleati: è in questo periodo che don Testa conobbe il capitano Neri, Luigi Canali, e Gianna, Giuseppina Tuissi, protagonisti delle fasi più drammatiche e controverse della Resistenza. A Liberazione avvenuta, don Battista diventò scomodo per i comunisti a causa delle critiche all’esecuzione sommaria delle camicie nere e alle battaglie per chiarire episodi come l’oro di Dongo e la scomparsa di Neri e di Gianna, che coinvolsero alcuni partigiani cinisellesi. Alla cerimonia hanno partecipato la nipote di don Testa, Maddalena Cereda, lo storico locale Ezio Meroni, autore del libro sul sacerdote, l’Associazione nazionale partigiani cristiani e la coop La nostra casa. "Il ricordo di don Battista Testa è frutto di un’accurata ricerca storica, che restituisce ancora oggi un prezioso lascito: la libertà trova come imprescindibile fondamento il rispetto dell’uomo", ha detto il sindaco Giacomo Ghilardi. Laura Lana

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?