Quotidiano Nazionale logo
5 mag 2022

Un milione per i profughi: la metà è dono di Armani

Il Fondo del Comune per aiutare gli ucraini finora ha raccolto 981mila euro. Lo stilista ha versato 500mila euro. In campo altri 300 cittadini e imprese

Lo stilista Giorgio Armani al termine di una sfilata
Lo stilista Giorgio Armani al termine di una sfilata
Lo stilista Giorgio Armani al termine di una sfilata

La cifra di un milione di euro non è lontana. Nei suoi primi cinquanta giorni, il Fondo #MilanoAiutaUcraina, costituito da Fondazione di Comunità Milano su impulso del Comune, con l’obiettivo di raccogliere donazioni per sostenere progetti di aiuto e accoglienza della popolazione ucraina arrivata in città per fuggire dalla guerra, ha raggiunto 981.708 euro di donazioni. Sono stati circa 300 i cittadini, le imprese e gli enti che hanno effettuato una donazione, desiderosi di sostenere le famiglie ucraine – soprattutto donne e bambini – nel loro percorso di accoglienza e integrazione a Milano.

Un importante contributo arriva dallo stilista Giorgio Armani che ha partecipato alla raccolta fondi, avviata lo scorso 11 marzo, con una donazione di 500 mila euro che ha più che raddoppiato le risorse a disposizione.

Diversi gli interventi che potranno essere finanziati grazie alla sua generosità, tra cui l’acquisto di beni di prima necessità o l’erogazione di buoni spesa da distribuire ai profughi e alle famiglie che li ospitano, la copertura dei costi per interpreti e mediatori che stanno aiutando le famiglie ucraine a sistemarsi e a orientarsi in città, ma anche per il sostegno psicologico di cui avranno bisogno per affrontare il trauma che hanno vissuto e stanno vivendo. "Accogliere i profughi dell’Ucraina con il cuore, i milanesi lo stanno facendo, come dimostrano le numerose donazioni di privati cittadini, imprese ed enti al fondo #MilanoAiutaUcraina", dichiara Carlo Marchetti, presidente della Fondazione di Comunità Milano onlus.

L’assessore comunale al Welfare Lamberto Bertolè, intanto, sottolinea che "in un momento così complicato per l’Europa e i suoi cittadini, Milano ha dimostrato di voler fare la propria parte per aiutare il popolo ucraino. Le istituzioni si sono subito attivate per garantire accoglienza e supporto, ma anche i singoli milanesi – ciascuno secondo le proprie possibilità – hanno dimostrato una grande generosità partecipando alla raccolta fondi. Voglio ringraziare ognuno dei circa 300 donatori e, in particolare, Giorgio Armani che non fa mai mancare il suo sostegno a questa città e che ha più che raddoppiato le risorse già a disposizione del Fondo #MilanoAiutaUcraina".

Il Fondo è aperto alla partecipazione economica di singoli cittadini, imprese e associazioni che vogliano dare il loro contributo. Qualunque persona o ente può, quindi, effettuare donazioni alla Fondazione di Comunità Milano, destinandole a #MilanoAiutaUcraina attraverso il sito https:www.fondazionecomunitamilano.orgfondifondo-milanoaiutaucraina.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?