Quotidiano Nazionale logo
10 mag 2022

Uccise una prostituta scelta a caso a Melzo: il reo confesso alla sbarra dopo 23 anni

La perizia disposta dal Tribunale ha stabilito che l'uomo è in grado di intendere e di volere e che quindi potrà andare a processo il 7 giugno prossimo

 Carabinieri
Un rilievo dei carabinieri sul luogo del delitto

Milano - È in grado di intendere e di volere e può quindi affrontare il processo, Vincenzo Morrone, 43enne reo confesso dell’omicidio volontario della 26enne di origini nigeriane Beauty Erahdor, che faceva la prostituta, a Melzo, nel milanese, nella notte tra l’1 e il 2 ottobre 1999. Lo ha stabilito una perizia disposta dalla Corte d’Assise di Milano, davanti alla quale si è aperto il dibattimento a carico dell’uomo dopo oltre vent’anni dall’omicidio. 

Un “cold case“ che è stato riaperto dopo la confessione, nel 2018 dello stesso Morrone, già pregiudicato per vari reati che vanno dalla ricettazione al furto alla truffa. Stando a quanto raccontato dall’imputato, sentito nell’inchiesta del pm di Milano Francesco De Tommasi, il delitto della donna doveva servire a regolare la spartizione del territorio dando un segnale al gruppo di nigeriani che all’epoca, sulla Rivoltana, sfruttavano diverse donne della medesima nazionalità, inducendoli ad allontanarsi da quell’area e lasciare campo libero agli albanesi. 

«Bisogna buttare a terra qualcuno», avrebbe detto uno dei mandanti del delitto secondo il racconto di Morrone. Si torna quindi in aula il 7 giugno, giorno in cui partirà il processo con le richieste istruttorie. La decisione della corte d’assise di Milano ai è basata sulla perizia disposta dalla stessa per valutare la capacita’ di intendere e di volere del 43enne che ha ammesso nel 2018 l’omicidio della giovane prostituta nigeriana fino all’allora rimasto irrisolto. 

Morrone aveva poi indicato anche i mandanti del delitto in due uomini con cui erano solito trafficare droga, tra cui uno di origine albanese..

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?