Trasporti e carte bollate. Arese ricorre al Tar per le due fermate a Rho

Il sindaco Nuvoli: la navetta viene interamente pagata dal nostro Comune "Milano non ha rispettato la convenzione sulla gestione della linea 561".

Trasporti e carte bollate. Arese ricorre al Tar per le due fermate a Rho

Trasporti e carte bollate. Arese ricorre al Tar per le due fermate a Rho

Il Comune di Arese ha presentato ricorso al Tar contro quello di Milano "per inadempimento della Convenzione per la gestione del servizio aggiuntivo di trasporto pubblico locale denominato linea 561". La linea in questione collega Arese con il capolinea della MM1 Rho-fiera e la stazione ferroviaria. È stata istituita nel 2015, finanziata con i fondi stanziati nell’ambito dell’accordo di programma sull’ex Alfa Romeo, e costa ogni anno alle casse comunali aresine 700mila euro. Alla fine del 2021 il Comune ha saputo ufficiosamente dell’istituzione di fermate aggiuntive sul territorio del Comune di Rho, nella frazione di Mazzo, fermate "non concordate e non conformi". In questi anni l’amministrazione comunale ha chiesto più volte alla società affidataria del servizio di trasporto pubblico locale, Airpullman SpA, la sospensione immediata delle due fermate e soprattutto spiegazioni al Comune di Milano, senza ottenere risposte. Da qui la decisione di ricorrere al Tribunale amministrativo regionale della Lombardia affinché dichiari il comportamento inadempiente e imponga al Comune di Milano la soppressione delle due fermate. Motivo? "Le due fermate comportano un modesto (seppure inevitabile) rallentamento delle corse – si legge nella delibera – e costituiscono indubitabilmente un beneficio per il Comune di Rho, determinando pertanto che il predetto ente debba compartecipare ai relativi costi, con un risparmio di spesa a favore del Comune di Arese il quale ha finora sostenuto gli oneri derivanti dall’istituzione e dal mantenimento della Linea 561". In altre parole Arese da anni paga un servizio di cui beneficia anche Rho senza che quest’ultimo abbia mai pagato un euro. Ma siccome le fermate sono state autorizzate da Milano nell’ambito della programmazione delle linee di trasporto pubblico, la colpa è della municipalità milanese. Il sindaco Luca Nuvoli proprio nei mesi scorsi aveva rassicurato i pendolari. "La linea 561 che collega Arese con Rho-fiera non sarà sospesa". "Chiederemo a Città metropolitana di Milano che venga valorizzata e potenziata". "Abbiamo sollevato i nostri dubbi sulla linea 561 lo scorso anno, ma non ci hanno ascoltato – dichiara il capogruppo dell’opposizione Roberta Tellini –. Ci chiediamo perché l’amministrazione di sinistra aresina abbia aspettato tanto".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro