ROBERTA RAMPINI
Cronaca

Tesori di Villa Arconati protetti e “in letargo“

Statue e fontane coperte per difenderle dai danni del gelo. L’anno scorso 50mila ingressi. tra visite, spettacoli ed eventi

Migration

di Roberta Rampini

Chi passa in questi giorni dalle parti di Villa Arconati, a Castellazzo di Bollate, troverà le statue sul fronte della villa e del giardino con un aspetto molto diverso dal solito: sono “impacchettate” per proteggerle dal gelo dell’inverno. Le sculture sono state messe in letargo sotto una coperta di tessuto-non tessuto. Non tutte però, solo quelle che rischiano un deterioramento a causa dei materiali porosi che temono il gelo e il ghiaccio. Si tratta delle sculture in arenaria, molto numerose, degli antichi vasi in cotto e dei mosaici delle fontane. "Dalla chiusura di fine dicembre e per i prossimi mesi invernali, quindi, il nostro giardino e la facciata della villa saranno popolati di tante statue in letargo, che sembrano uscite dalla mano del maestro Christo", fanno sapere dalla Fondazione Augusto Rancilio. Intanto la stagione 2022 che si è appena conclusa, dopo le fatiche degli anni del Covid, ha ospitato 50mila persone tra ingressi singoli ed eventi, come il Festival di Villa Arconati, Terraforma, mostre, appuntamenti culturali, Birra in festa. Numeri importanti per la Fondazione che dal 2015 è impegnata non solo in interventi di restauro e apertura di tutti gli spazi della piccola Versailles, ma anche nell’organizzare eventi in collaborazione con gli altri attori del territorio. La chiusura al pubblico è il momento migliore per rifare il maquillage alle sale che ancora hanno bisogno di interventi di restauro. L’ultimo elemento scultoreo monumentale del giardino che è stato restaurato e lo scorso giugno riaperto al pubblico è la “Scalinata dei Draghi“, divenuta famosa nel 2013, perché da qui scendevano i concorrenti della prima edizione del celebre programma tv Bake Off Italia. La villa, con i suoi 12 ettari di berceaux, carpinate, sculture classiche e fontane, è una scenografia unica nel suo genere e in questi anni è stata scelta anche location ideale per cinema, televisione e shooting. Dopo la chiusura di questi tre mesi, il risveglio delle statue e il lavoro dietro le quinte, la villa riaprirà a fine marzo con gli appuntamenti di sempre e con tante novità.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro