Terrore in un condominio. Spara tre colpi di pistola e nasconde l’arma nella lavatrice

Il frastuono in un palazzo a Casarile, in frantumi la vetrata dell’androne: arrestato albanese. Avrebbe sparato per mettere in fuga alcune persone che volevano entrare in casa sua. .

Arrestato un albanese che vive a Casarile; ha esploso tre colpi di pistola per mettere in fuga degli individui che volevano introdursi in casa. Una storia dai molti lati oscuri sulla quale indagano i carabinieri della compagnia di Abbiategrasso. Unica certezza è che l’uomo, 39enne albanese era in possesso di una pistola rubata. La cronaca. I carabinieri della stazione di Binasco e della compagnia di Abbiategrasso martedì mattina hanno arrestato in flagranza di reato un 39enne albanese, pregiudicato, a seguito di una segnalazione giunta al 112 nelle prime ore del mattino. Un cittadino ha allertato i militari avvisando che qualcuno aveva esploso tre colpi di arma da fuoco all’interno di un condominio adiacente l’ex Statale 35 dei Giovi. I militari sono intervenuti in pochi minuti sul posto e hanno individuato i bossoli dei colpi esplosi, sparati da una calibro 9. Poco dopo sono riusciti a risalire al responsabile della sparatoria, che abita in uno degli appartamenti della palazzina.

I carabinieri hanno bussato alla porta dell’uomo e hanno perquisito l’abitazione trovando l’arma, una pistola calibro 9, ancora fumante e carica, nascosta nel cestello della lavatrice. Ai militari il 34enne ha detto di aver adoperato l’arma per mettere in fuga delle persone che avrebbero tentato di entrare in casa contro la sua volontà. Si tratterebbe di due (o più individui) che forse avevano dei conti in sospeso con l’uomo. Sulla vicenda sono in corso accertamenti. I colpi, esplosi anche nell’androne della palazzina, hanno danneggiato il vetro della porta di accesso comune. Nel corso degli accertamenti è emerso che la pistola era stata rubata a San Giuliano Milanese nel 2020. Oltre alla pistola e ai bossoli, sono stati rinvenuti e sequestrati due caricatori e numerosi proiettili calibro 9, tutto illegalmente detenuto. L’albanese è stato arrestato per detenzione abusiva di arma da fuoco oltre ad essere denunciato per ricettazione.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro