Successo scolastico e lavorativo. I Salesiani di Sesto restano in vetta

L’edizione 2023 di Eduscopio conferma l’istituto tra i migliori per trovare in fretta un’occupazione. Tra i “tecnici tecnologici“ seguono il Cartesio di Cinisello al quarto posto e il Da Vinci di Cologno al settimo .

Successo scolastico e lavorativo. I Salesiani di Sesto restano in vetta
Successo scolastico e lavorativo. I Salesiani di Sesto restano in vetta

Anche quest’anno i Salesiani di Sesto si confermano tra i migliori istituti dell’hinterland milanese e monzese nell’accompagnamento al successo scolastico e all’ingresso nel mondo del lavoro. Nei giorni scorsi è stata pubblicata da parte di Fondazione Agnelli l’edizione 2023 di Eduscopio, l’indagine che valuta le superiori in Italia che meglio preparano all’università e al lavoro, sulla base di diversi parametri come il rendimento degli studenti nel primo anno universitario, il tasso d’occupazione per gli istituti tecnici e professionali, ma anche la percentuale di studenti che arrivano "in regola" al diploma o il tasso di dispersione scolastica. "La nostra comunità si trova anche quest’anno ai primi posti nelle classifiche per la percentuale dei ragazzi che sono arrivati al diploma senza bocciature, a conferma del nostro impegno a essere una realtà inclusiva e attenta al percorso di ciascun allievo, nelle sue particolarità ed esigenze – hanno sottolineato dall’istituto di viale Matteotti –. Nel raggio di 10 chilometri da Sesto San Giovanni i nostri indirizzi di superiore sono ai primi posti della classifica per percentuale diplomati in regola".

Primo posto, con l’istituto Ernesto Breda, nel ranking degli istituti tecnici tecnologici, che vedono il Cartesio di Cinisello al quarto posto, il Leonardo Da Vinci di Cologno al settimo, seguito dal Marie Curie di Cernusco e dal De Nicola di Sesto. Secondo posto per i Salesiani nella graduatoria dei licei scientifici, di quelli con l’opzione Scienze applicate e dei licei delle scienze umane. "Un altro indice significativo è quello della rilevazione di coerenza tra studi fatti e lavoro trovato per i diplomati dell’istituto tecnico tecnologico. Questo dato misura la percentuale di alunni che a due anni dal diploma lavorano e hanno una qualifica professionale in linea con il titolo di studio conseguito e si attesta quest’anno al 55%.

L’indice di occupazione calcola anche la percentuale degli occupati (coloro che hanno lavorato almeno 6 mesi entro i primi due anni dal conseguimento dal diploma) sui giovani che non si sono immatricolati all’università. Per il Breda dell’istituto Salesiani quest’anno l’indice si attesta al 54%. Dopo i 2 anni, il 16,1% degli ex diplomati ha un contratto a tempo indeterminato, il 53,1% è in fase di apprendistato e il 30,8% ha un contratto a tempo.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro