PAOLO MATTELLI
Cronaca

Si schianta in moto contro un’auto Perde la vita a ventiquattro anni

Adamo Morandi, residente a Busto Garolfo, è la vittima dell’incidente sulla Sp 34 Inveruno-Buscate

Migration

di Paolo Mattelli

Un’altra tragedia della strada ha stroncato ieri la giovane vita di un cittadino di Busto Garolfo. Adamo Morandi, 24 anni, residente in via Vincenzo Monti ha perso la vita lungo la SP 34 Inveruno – Buscate nelle prime ore del pomeriggio. Il giovane in sella a una Kawasaki di grossa cilindrata stava percorrendo la provinciale in direzione Inveruno quando improvvisamente è sbucata dalla piazzola di un autolavaggio l’utilitaria che gli avrebbe tagliato la strada per dirigersi verso il comune di Buscate. Inevitabile l’impatto che ha fatto carambolare il giovane centauro per qualche decina di metri sull’asfalto. Sul posto a sirene spiegate sono arrivati i Vigili del Fuoco di Milano, l’automedica di Varese, la Croce Azzurra di Buscate e l’elisoccorso di Milano Niguarda nel tentativo di salvare la vita al giovane bustese. La corsa disperata al nosocomio legnanese dove purtroppo Adamo è deceduto poco dopo il ricovero al pronto soccorso. I parenti hanno autorizzato l’espianto degli organi. Ancora una volta la Sp 34 si macchia del sangue di un giovane bustese, nel marzo del 2016 Daniel Zanzottera di soli 31 anni, perse la vita proprio lungo questa direttrice per uno scontro frontale tra due automobili costato la vita anche al conducente dell’altro veicolo. Il corpo che ora si trova presso l’obitorio dell’Ospedale di Legnano non verrà sottoposto ad autopsia per decisione del magistrato che sta svolgendo le indagini. Adamo studente del Itcg Maggiolini di Parabiago e successivamente iscritto al corso di laurea in scienze motorie presso l’Università Cattolica di Milano, lascia il fratello minore e il papà ingegnere dell’Agusta elicotteri.

La comunità di Busto Garolfo è sconvolta, un altro giovane che nel giro di 24 ore perde la vita sulle strade del Altomilanese lascia senza parole anche il sindaco Susanna Biondi insegnante di educazione musicale presso la scuola media locale. "Lo conoscevo bene Adamo – ha dichiarato – anche il fratello, due bravi ragazzi. Due vite spezzate nel giro di due giorni sono un gran brutto modo per iniziare l’anno. Speriamo sia finita qui". Per l’altro giovane che ieri l’altro a Busto Arsizio si è schiantato contro un albero con la sua automobile a soli 34 anni, l’autopsia è stata disposta per oggi mentre i funerali potrebbero celebrarsi lunedì prossimo.