Scuola Futuro Lavoro più forte del Covid: iscrizioni in crescita del 65%

L’istituto inclusivo valorizza le abilità di studenti con sindrome di Asperger

Migration

L’emergenza Covid non ha fermato la voglia di imparare. A dimostrazione c’è l’incremento del 65 per cento nelle iscrizioni ai nuovi corsi di Scuola Futuro Lavoro, fondata un anno fa a Milano, con sede in via Ondina Valla, angolo Viale Cassala, dall’imprenditore Massimo Montini, innovativa fucina di talenti, un esempio per metodo di insegnamento, aule, docenti e collegamenti diretti con le aziende. L’istituto fa dell’inclusione scolastica la chiave del successo per qualsiasi processo formativo. Pertanto, proprio in considerazione della ricchezza che deriva dalla multiculturalità, la scuola ha scelto di essere fortemente inclusiva, assumendo la diversità come modello di identità. In tal senso, l’istituto è il primo in Europa a connotarsi per l’adozione di accorgimenti strutturali, didattici, ambientali oltre che metodologici, capaci di renderlo favorevole a valorizzare le abilità di studenti con la sindrome di Asperger, una forma di autismo ad alto funzionamento.

Sono “aspie” famosi la scrittrice Susanna Tamaro e l’attivista svedese per l’ambiente Greta Thunberg. Tre i corsi avviati a Scuola Futuro Lavoro per un totale di 39 studenti: Game Design and Development, Web Design e Visual Effects.

"Le nuove proposte formative dimostrano il nostro impegno verso il conferimento di competenze professionali ai ragazzi in risposta al mercato occupazionale territoriale – commenta Montini l’incremento nelle iscrizioni –. Il nostro obiettivo è perseguito ancora più assiduamente attraverso il coinvolgimento diretto delle imprese nella strutturazione del disegno formativo e la partecipazione allo stesso di professionisti di riferimento del settore disciplinare".

Gabriele Moroni