Samuel Eto’o, la figlia naturale denuncia il padre alla procura di Milano: “Irreperibile, non paga il mantenimento”

L’accusa è di violazione degli obblighi di assistenza. Non è la prima volta che l’ex campione nerazzurro finisce davanti ai giudici per questioni familiari

Samuele Eto'o (Foto Instagram)

Samuele Eto'o (Foto Instagram)

Milano, 19 dicembre 2023 – Nei guai Samuel Eto'o. La stella del Camerun e del calcio mondiale è stato denunciato da una figlia naturale con l’accusa di violazione degli obblighi di assistenza. La notizia è stata riportata da Repubblica.

Il quotidiano spiega che “la ragazza, una 22enne che studia comunicazione e marketing all'università, nella denuncia fa presente di non essere autonoma economicamente, che tutti i costi del suo mantenimento gravano sulla madre e lamenta che Eto'o si rende a tutt'oggi irreperibile al fine di non dar corso ai propri obblighi morali, prima ancora che giuridici”.

Sempre stando a Repubblica, “non è la prima volta che l'ex campione nerazzurro finisce davanti ai giudici per questioni familiari”. Sposato con Georgette e padre di quattro figli, “con sentenza di un tribunale spagnolo di prima istanza Eto'o è stato riconosciuto nel 2004 padre biologico e naturale anche di Annie, figlia di una donna italiana di origini sarde, a favore della quale i giudici accollarono all'ex calciatore la somma di 10 mila euro mensili per il mantenimento della figlia minore". Obbligo al quale Eto'o – come riporta ancora il quotidiano – “si sarebbe però sottratto, tanto da decidere di patteggiare, nel 2019, una pena a tre mesi di reclusione inflittagli dal tribunale di Cagliari in seguito alla denuncia presentata a suo tempo dalla mamma di Annie. Ma nonostante la condanna, l'ex centravanti dell'Inter di Mourinho avrebbe continuato a evitare gli obblighi economici nei confronti della famiglia "allargata", tanto che un altro giudice cagliaritano l'ha nel frattempo citato a nuovo giudizio per il prossimo marzo”. 

Non è finita, Eto'o sarebbe coinvolto anche in una situazione analoga. Secondo il legale, "anche nei confronti di altra figlia, riconosciuta per via giudiziale atteso il mancato riconoscimento iniziale del padre, in Spagna". E secondo la stampa iberica, vista la sua condotta recidiva, Eto'o rischierebbe ora pesanti conseguenze penali.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro