Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
25 feb 2022

Sala: ora più controlli sulla movida Io di centro? No, sono eco-socialista

Confronto tra il sindaco e Bernardo a Palazzo Marino. Posizioni distanti sul futuro dello stadio di San Siro "Il mio partito? Potrei dare una mano, ma resterò primo cittadino. Le Regionali? Letta venga a Milano"

25 feb 2022
massimiliano mingoia
Cronaca

di Massimiliano Mingoia Si passa dai temi più locali come l’emergenza sicurezza e il futuro dello stadio di San Siro alle indiscrezioni politiche che delineano un "partito di Sala" in vista delle elezioni politiche del 2023. Sala Alessi di Palazzo Marino, ieri mattina. In programma “Sala-Bernardo. Dialogo su Milano’’, un confronto a tutto campo tra il sindaco Giuseppe Sala e il consigliere comunale ed ex candidato sindaco del centrodestra Luca Bernardo, confronto organizzato dai due (ex) sfidanti in collaborazione con l’associazione Cronisti in Comune. La domanda di un cronista è secca: l’emergenza sicurezza a Milano c’è o no? Ecco la risposta di Sala: "In questo momento la situazione è più grave del solito, ma rifiuto che sia una situazione solo milanese. Lo stesso avviene anche nelle altre città". Il primo cittadino aggiunge: "Ho chiesto al prefetto di rinforzare immediatamente i controlli nei luoghi della movida durante i weekend. Poi, con più vigili urbani (il Comune ha annunciato l’assunzione di 500 nuovi ghisa entro il novembre 2023, ndr), stiamo lavorando con il comandante Marco Ciacci per trovare una formula che renda più visibile la presenza dei vigili nei quartieri". Sala ammette che il fenomeno delle baby-gang si è aggravato negli ultimi mesi: "Dobbiamo trovare le soluzioni per essere più vicini ai giovani. Non è una stupidaggine l’idea di fornire degli psicologi che li seguano, purtroppo paghiamo le ricadute sociali provocate dalla pandemia". E Bernardo sottolinea: "Milano non è una città violenta ma ha un’emergenza sociale soprattutto tra i giovani. L’emergenza sociale tra i giovani c’era prima del lockdown e poi si è aggravata con due anni di pandemia che hanno portato i ragazzi a diventare più aggressivi". Sul futuro di San Siro, invece, le posizioni di Sala e Bernardo sono distinte e distanti. Il sindaco conferma il sì al progetto di Milan e ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?