Sicurezza davanti al Teatro alla Scala per la Prima
Sicurezza davanti al Teatro alla Scala per la Prima

Milano, 6 dicembre 2019 - Milano si prepara ad accogliere la Prima della Scala. In scena la 'Tosca' di Giacomo Puccini, opera che inaugurerà la Stagione d'opera e balletto 2019/2020. La presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, della presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati e della ministra dell'Interno Luciana Lamorgese, oltre alla folla prevista in Galleria davanti al maxischermo e alle manifestazioni organizzate nella zona della Scala rendono necessario un dispositivo di sicurezza rafforzato per l'appuntamento della Prima di Sant'Ambrogio. Come informa una nota, "il Questore di Milano Sergio Bracco ha emanato un'ordinanza con cui e' stato previsto un articolato dispositivo di vigilanza e controllo con l'impiego di un consistente numero di uomini".

"Come da tradizione, l'opera verra' trasmessa su un maxischermo collocato in corrispondenza dell'ottagono, in Galleria Vittorio Emanuele II, dove e' stimata la presenza di numeroso pubblico", si legge nella nota della Questura. Inoltre, "in concomitanza con la rappresentazione in Piazza della Scala, nelle adiacenze del Teatro, ci saranno altri presidi già regolarmente preavvisati. In particolare, un presidio organizzato dalla Confederazione Unitaria Di Base - CUB, in segno di protesta contro la kermesse, e un presidio indetto dai lavoratori della societa' Auchan, a sostegno della vertenza occupazionale in atto". Ancora, "informalmente si e' appreso che appartenenti alle locali realta' antagoniste saranno presenti sulla piazza per richiamare l'attenzione sulla vicenda siriana". Ecco perchè il dirigente del Commissariato competente, quello del centro, "coordinerà il servizio con un significativo impiego di personale in abiti civili e in uniforme".

Sarà presente anche "personale altamente qualificato della Digos in ogni area interessata, sia all'interno che all'esterno del teatro, per prevenire e contrastare eventuali attivita' di contestazione ed eversive". E' inoltre previsto "un adeguato servizio di scorte per assicurare la tutela delle personalita'". "A tutti i servizi - spiega ancora la Questura - concorreà l'Arma dei Carabinieri con le sue articolazioni, nonche' la Guardia di Finanza", mentre anche "la Polizia Locale, il 118 e i Vigili del Fuoco hanno pianificato parallelamente i dispositivi di rispettiva competenza per garantire il regolare svolgimento degli eventi". In tutti i punti sensibili, preannuncia la Polizia, "saranno effettuate ispezioni e bonifiche e il personale in abiti civili e in uniforme assicurera' la vigilanza all'esterno e all'interno del teatro procedendo a capillari controlli sulle persone", mentre "l'area interessata sara' delimitata e controllata ad ampio raggio per prevenire ulteriori estemporanee iniziative di contestazione nonche' per impedire l'accesso a mezzi non autorizzati. Ai partecipanti all'evento sara' consentito l'ingresso attraverso un corridoio appositamente predisposto, anche esso adeguatamente controllato".