Quotidiano Nazionale logo
17 apr 2022

Poretti “Perdonato” dell’anno

Il comico del noto trio si è aggiudicato la 27esima edizione del premio della Pro loco

alessandra zanardi
Cronaca
Giacomo Poretti con Angelo De Vitti
Giacomo Poretti con Angelo De Vitti
Giacomo Poretti con Angelo De Vitti

di Alessandra Zanardi

"Tante volte mi sono sentito dire che sono cocciuto, sarà che sono nato sotto il segno del toro. Eppure, proprio l’ostinazione mi ha permesso di avere tante soddisfazioni nella vita". E’ questo il simbolico e ironico atto di contrizione di Giacomo Poretti, vincitore dell’edizione 2022 del "Perdonato", premio istituito dalla Pro loco di Melegnano e assegnato, come ogni anno, in occasione della Fiera del Perdono. Proprio durante la principale kermesse cittadina il noto volto del trio Aldo Giovanni e Giacomo, che nel 2019 ha interpretato al castello di Melegnano il monologo Altri Mondi, è salito sul palco del teatro La Corte dei Miracoli per ritirare il riconoscimento che da 27 anni viene tributato a personaggi, di calibro locale o nazionale, rappresentativi di un particolare settore, dalle cultura alla recitazione, dallo sport al sociale. Oltre al Perdonato, sono state numerose le targhe e le pergamene che, sempre in occasione della Fiera, sono state consegnate dal Comune a cittadini meritevoli, o realtà di volontariato. Per la lunga attività sul territorio sono state premiate le associazioni Pro loco, Numismatica e Piccola Ribalta, arrivate al traguardo dei 50 anni, insieme al gruppo dei Cicloamatori, presente a Melegnano da 25 anni, e ai 10 anni di Integramente. Le targhe alla memoria sono state conferite all’architetto Gianluigi Sala, fondatore di Radio Melegnano e del periodico Il Melegnanese, e anche al 30enne Mattia Rossi, scomparso due mesi fa in un incidente stradale. Premiati inoltre Silvano Fergemberger, custode del parco del castello, e l’ex insegnante Giovanni Zandonini. La medaglia d’oro "giovani" è stata assegnata al nuotatore paralimpico Ettore Pace, 15 anni, che frequenta il secondo anno del liceo classico Carducci di Milano e "al termine delle lezioni", si legge nelle motivazioni, "ha solo il tempo di arrivare a casa per un boccone e correre in piscina per gli allenamenti". Medaglia d’oro anche a Caterina Ippolito, nota a Melegnano non solo come presidente locale di Confcommercio, ma anche come fondatrice dell’associazione Amame, che aiuta i malati di Alzheimer e le loro famiglie. Un riconoscimento simbolico al popolo ucraino travagliato dalla guerra; premiata infine Piera Carimati, da 25 anni conduttrice della cerimonia civile del Perdono.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?