Eleonora Giorgi
Eleonora Giorgi

Milano, 4 dicembre 2019 - Una guida tascabile che suggerisce a cittadini e turisti 34 itinerari urbani per un totale di 175 chilometri, da percorrere a piedi per scoprire le bellezze locali prevenendo malattie croniche come diabete e obesità. E' il 'Passaporto
di Milano città per camminare e della salute'
, presentato oggi a Palazzo Marino con la partecipazione della Regione Lombardia. Durante l'incontro l'atleta milanese Eleonora Giorgi, bronzo mondiale della 50 km di marcia a Doha, è stata nominata 'Ambassador' del progetto ' Milano Cities Changing Diabetes'.

Il Passaporto è stato realizzato grazie a Health City Institute, Istituto superiore di sanità, Istat, Anci, Censis, I-Com, Scuola del cammino/Map Italia e Ats Città metropolitana di Milano, nell'ambito di Cities Changing Diabetes, progetto internazionale realizzato in partnership tra University College London e il danese Steno Diabetes Center con il contributo non condizionato di Novo Nordisk, volto a promuovere uno stile di vita sano come strumento per combattere lo sviluppo pandemico di obesità e diabete nelle aree urbane. Il capoluogo lombardo è entrato a far parte del programma Cities Changing Diabetes quest'anno, portando così a 19 le città che ne fanno parte a livello globale. 

Passaporto di Milano è accompagnato da una App scaricabile gratuitamente, che offre informazioni sui percorsi, ma anche indicazioni sul proprio stato di forma fisica, sul consumo energetico, sul contributo alla riduzione delle emissioni di CO2 attraverso il camminare e la pratica dell'attività motoria. Ognuno può inoltre diventare protagonista del progetto e del proprio benessere proponendo nuovi percorsi e condividendo tempi di percorrenza, passi 'macinati', opinioni e consigli. L'applicazione è infatti integrata da una parte social che mette in relazione l'un l'altro e permette di lanciare sfide virtuali ad amici, conoscenti o membri della community. 

"Camminare è importante per la salute perché aiuta a ridurre il rischio di obesità, diabete, malattie cardiovascolari e depressione -  ricorda Livio Luzi, presidente del Comitato Scientifico di Milano Cities Changing Diabetes - Una camminata quotidiana di almeno  30 minuti a passo sostenuto contribuisce al consumo di zuccheri e grassi  in eccesso, migliorando la forma fisica e favorendo un eccellente controllo della glicemia con conseguente prevenzione del diabete tipo 2. A differenza della corsa o di altri sport che possono gravare sulle articolazioni, la camminata risulta innocua anche per persone obese, anziane o non allenate. Le sane abitudini alimentari e l'attività fisica sono due componenti fondamentali della quotidianità, indispensabili per il benessere di mente e corpo". 

"E' importante tornare a concepire le città come territori vivibili, permettendo ai cittadini di disporre di vere e proprie 'palestre a cielo aperto' quali parchi e percorsi che favoriscono il trekking urbano. Il progetto Passaporto di Milano città per camminare e della
salute - riferisce il pluricampione olimpico di marcia Maurizio Damilano, fra gli ideatori dell'iniziativa e presidente Asd Scuola del cammino - nasce con l'idea di aprire le frontiere, in questo caso dell'attività fisica e della salute, guardando al rapporto tra Milano, ambiente, territorio, cittadino e qualità di vita, con la salute come grande obiettivo. Si va dai percorsi tipicamente urbani e turistici dedicati alla visita a piedi di centri storici o aree specifiche della città, a percorsi che coinvolgono il territorio cittadino più allargato, alle proposte naturalistiche e ambientali, sino ai percorsi più decisamente sportivi".