Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
20 apr 2022

Milano, "Ostaggi di piccoli boss"

Una mamma ha assistito alla scena, finita su Instagram "Per noi è la normalità. Un custode si è dimesso"

20 apr 2022

"Siamo ostaggi di ragazzini che si permettono addirittura di bloccare una Volante della polizia. Tengono in scacco il quartiere". Parla una residente della zona popolare di San Siro, mamma, che lunedì ha assistito alla scena della folla di giovanissimi attorno un’auto della polizia e che ha allertato altri cittadini. Alcuni si sono affacciati alle finestre o sono scesi in strada, riprendendo con i telefoni i momenti di tensione poi diffusi su Instagram da Francesco Giani, capogruppo Lega in Municipio 7, e dalla pagina di Milanobelladadio. La signora ricorda anche la guerriglia di aprile dello scorso anno, quando circa 300 ragazzi si erano riuniti, nonostante il divieto di assembramento, per assistere e partecipare alle riprese del video dei rapper Neima Ezza e Baby Gang e scatenando una guerriglia all’arrivo delle forze dell’ordine. "Si sono permessi di violare pure le regole anti Covid, mentre chiusa in casa in quel momento c’era anche gente che aveva perso il lavoro durante la pandemia. Si sentono impuniti". Stando ai racconti degli abitanti, i caseggiati sono terreno fertile per ragazzini che gravitano attorno alle figure dei rapper più popolari. "Dobbiamo fronteggiare tanti “piccoli boss“ del quartiere". Al punto che il custode di via Zamagna 4, Giuseppe, 54 anni, che il mese scorso ha subìto un aggressione nel suo primo giorno di lavoro, è andato via definitivamente.

Aveva raccontato di essere stato preso a bottigliate senza alcun motivo da un gruppo di ragazzini tra i 15 e i 16 anni, immigrati di seconda generazione, nati in Italia da genitori nordafricani. "In questo quartiere non si può stare mai tranquilli. Io sto sempre attenta – conclude la mamma – anche quando esco di casa all’alba a portare a spasso il cane. Oggi mi ha avvicinato un pusher per chiedermi se volessi droga, e non mi sono certo meravigliata".

M.V.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?