L'esultanza di Beppe Sala a Losanna
L'esultanza di Beppe Sala a Losanna

Milano, 24 giugno 2019 - Le Olimpiadi invernali del 2026 si terranno a Milano-Cortina. Lo ha deciso il Cio nella votazione che si è tenuta oggi, lunedì 24 giugno, allo Swiss Tech Convention Center di Losanna; battuta la candidatura svedese di Stoccolma-Åre. Una vittoria netta, ottenuta al primo scrutinio: 47 voti a 34, con un solo astenuto (il quorum necessario era di 42 voti). 

Festa in piazza Garibaldi a Sondrio per le Olimpiadi invernali (Anp)All'annuncio della vittoria italiana è scattato l'abbraccio del presidente del Coni, Giuseppe Malagò, alla coordinatrice della candidatura di Milano-Cortina, Diana Bianchedi, ma anche l'esultanza di Giuseppe Sala, sindaco di Milano, e le lacrime di gioia di tutta la delegazione italiana presente allo SwissTech Convention Center di Losanna mentre nell'Auditorium si alza il grido 'Italia, Italia' e sventola la bandiera tricolore. La notizia è stata accolta con un applauso dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che si trova proprio a Milano, al Piccolo Teatro, per la settima edizione del Premio Giorgio Ambrosoli. Grande festa in città, in piazza Gae Aulenti a Milano dove era stato allestito un maxischermo per seguire la diretta da Losanna e anche in piazza Garibaldi a Sondrio (nella foto), dal momento che alcune gare saranno ospitate in Valtellina. "Siamo felicissimi. Inizieremo a lavorare da domani. Ci sarà tanto da fare e lo faremo. Le istituzioni sanno fare squadra», ha detto in lacrime la vicesindaco di Milano, Anna Scavuzzo.

REGIONE LOMBARDIA  - “Italia batte Svezia 1-0, stavolta ci siamo qualificati noi! Milano e la Lombardia in collaborazione con Cortina e il Veneto il loro goal lo hanno saputo mettere a segno! E che goal!”. E’ il primo commento a caldo del presidente del Consiglio regionale della Lombardia, Alessandro Fermi appena giunta da Losanna l’ufficializzazione dell’assegnazione delle Olimpiadi invernali 2026 a Milano-Cortina. “Dopo la candidatura di Ema sfumata per un capriccio della sorte, Milano e la Lombardia post Expo si confermano sempre più città e regione di grande attrattività internazionale, capaci di proposte credibili, avvincenti e sostenibili a cui tutto il mondo guarda con sempre maggiore interesse  - sottolinea  Fermi - oggi ha vinto quell’Italia che sa fare squadra e sa fare rete, superando con intelligenza e buon senso gli egoismi territoriali, gli interessi economici di parte e le divisioni politiche. E’ questa l’Italia che ci piace, non a caso impersonata al meglio dal modello lombardo-veneto". Soddisfatto il governatore Attilio Fontana, presente a Losanna: "Quando questo Paese si presenta unito, ottiene risultati. Bisogna credere nel proprio territorio e nella priopria gente. Abbiamo vinto, siamo contenti: adesso inizia il bello".

falsePer festeggiare l'assegnazione, in serata sulla facciata del Pirellone sarà proiettato il logo olimpico accompagnato dal messaggio "La Lombardia vince" e dai fotogrammi delle campionesse Sofia Goggia, Arianna Fontana e Michela Moioli. Sulla facciata di Palazzo Marino è stava invece proiettata la scritta 'Vittoria!', corredata dai cinque cerchi olimpici. 

IL SINDACO SALA - Sceglie l'ironia Beppe Sala per festeggiare l'assegnazione delle Olimpiadi invernali alla sua Milano. Il primo cittadino ha postato su Facebook una foto con sci da discesa griffati coi cinque cerchi olimpici e la didascalia 'Olympic Winter Games 2026! TAAAC!', citando Renato Pozzetto. Ai microfoni a Losanna, invece, Sala 'si fa serio' e commenta: "E' anche per me una rivincita dopo Ema e questa mi sembra più importante. Avevo dentro questo carico di tensione perché una seconda sconfitta mi sarebbe seccata. Ci voleva, quando facciamo le cose per bene e aggiungiamo la nostra simpatia possiamo vincere. E' una soddisfazione immensa: Expo aveva il senso dei sei mesi ma il fascino dell'Olimpiade è impareggiabile, non ha eguali". Sala ha quindi chiosato: "Il mio obiettivo personale è lavorare per la città e supportarla fino al 2026. Il mio mandato termina nel 2021 ma posso fare un altro mandato fino al 2026".

GLI ATLETI - Grande entusiasmo per l'assegnazione è stata espressa da Michela Moioli, bergamasca campionessa olimpica in carica di snowboard cross. "Ci meritavamo questa vittoria - ha detto - appena abbiamo sentito l'annuncio, siamo esplosi di gioia. Sono contentissima di aver fatto parte di questa delegazione e nel 2026 sicuramente ci sarò, segnatevi la data". Un'altra bergamasca campionessa olimpica, la discesista Sofia Goggia, esulta per i Giochi olimpici che si terranno in casa. "Un'emozione enorme, sono veramente contenta che l'Italia ospiterà quealla che probabilmente sarà la mia ultima Olimpiade. Lo sci è uno sport che logora moltpo ma ci voglio arrivare, sperando di essere ancora competitiva per piazzare una zampata".