Nuova chance a 59 anni. Dalla fabbrica di candele allo store delle pentole

Manuela Lanzini, 59 anni, trova nuova opportunità come addetta alle vendite a Milano. Dopo varie esperienze lavorative, torna alle origini nel negozio di pentole Barazzoni.

"La mia età, 59 anni, non mi ha penalizzata nella fase dei colloqui: hanno guardato più alla persona che all’età anagrafica, e all’esperienza maturata in tanti anni". Manuela Lanzini, dopo tanto tempo trascorso "con il curriculum in tasca", ha trovato una nuova chance come addetta alle vendite nel negozio in piazza Wagner di Barazzoni, storica azienda produttrice di pentole e utensili da cucina. Il suo è un ritorno alle origini, perché quando correva l’anno 1981 aveva iniziato a lavorare proprio come commessa.

Quali sono state le sue esperienze di lavoro?

"Per sei anni ho lavorato in un negozio in via Meravigli. Dopo il matrimonio mi sono trasferita a Brescia, ho lavorato nella ditta di autotrasporti di mio marito fino a quando ci siamo separati e sono tornata a Milano. Nel 1998 ho trovato impiego in una storica fabbrica di candele, la Cereria Ceratina, dove ho raggiunto la qualifica di responsabile della produzione nello stabilimento di Lazzate, vivendo il passaggio generazionale, dal nonno ai nipoti. Ho lavorato lì fino a due anni fa, quando a causa di una situazione di crisi ci sono stati alcuni licenziamenti".

Come si è mossa?

"Ho un figlio di 17 anni, che vive con me, mentre l’altra figlia, di 34, è da tempo fuori casa. Ho bisogno di lavorare, e non potevo permettermi di rimanere ferma. Mi sono rivolta ad agenzie interinali e ho trovato diversi contratti a termine, dalla fabbrica Perfetti a un’azienda che personalizza carte di credito. Abito a Baranzate e, in quel periodo, andavo al lavoro in bicicletta. Per otto mesi ho lavorato in una ditta metalmeccanica a Pero e lo scorso settembre mi sono trovata nuovamente disoccupata. Per due anni ho girato con il curriculum in tasca, fino al recruiting day Afol al Merlata Bloom".

Come è andata?

"C’erano tantissimi candidati. Io ho sostenuto i colloqui con aziende dove, alla mie età, avrei potuto avere una chance. Barazzoni mi ha offerto un contratto, per ora a termine, e il 16 febbraio ho iniziato a lavorare nel negozio di piazza Wagner con un orario full time. Mi trovo bene, anche con i colleghi che hanno 28-30 anni. La clientela è molto varia e, per me, è un po’ come un ritorno alle origini della mia vita professionale".

Andrea Gianni

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro