PAOLA SEVERINI; NONNO VALENTINO
Cronaca

Natale con chi ha bisogno: cura dell’anima

Paola Severini

Melograni

D omenica prossima sarà Natale, cara nonna Paola, e io sarò solo. Stavo pensando proprio a lei che certamente lo passerà con i suoi cari. Non ho ancora ben capito se lei vive a Roma oppure a Milano. Se fosse su Milano vuole pranzare con me?

Nonno Valentino

Caro nonno Valentino, io ho passato Natali bellissimi e meno belli, tristi e allegri, alcuni davvero emozionanti servendo il pranzo a chi non lo aveva (per esempio con gli amici cari della comunità di Sant’Egidio) altri Natali invece con i miei figli e nipoti. Ma le do’ una notizia, quest’anno,per la prima volta, il mio Santo Natale lo passerò da sola (può succedere a causa delle “famiglie allargate “ per così dire… e quindi i figli con i nipoti vanno dove io non posso e non voglio andare). E non sarò ne’ a Roma e neppure a Milano. Sarò tranquilla anche se sola, vedendo la puntata di OancheNo in onda alle 9,20 su Rai 3( in anticipo stavolta sull’orario normale) dove farò conoscere meglio, a lei e a tutto il nostro grande, sempre più grande pubblico, i bravissimi inviati insieme con tutta la squadra della trasmissione. È un modo per farci e per farvi compagnia. Per noi infatti è ogni giorno Natale perché siamo felici quando nascono,scopriamo e poi possiamo raccontarvi buone notizie.Ma insieme agli auguri a lei e ai lettori di questa rubrica,che fra poco compie 10 anni,mi consenta di fare gli auguri alle mie tre redazioni: Angelipress (la nostra agenzia sul web), La sfida della solidarietà (su radiorai gr Parlamento) e OancheNo (Rai 3)… insieme al Giorno! che ogni domenica mi permette di raccontare i fatti della settimana e di dare e ricevere consigli dai “miei” Over! È un privilegio poter avere anche questa possibilità di dialogo.In questi quasi dieci anni e più scrivendo 500 rubrichine, ho imparato tante cose, conosciuto tante storie e spero di essere stata un pochino utile. A Milano ci sono tante realtà per dare una mano a chi,la prossima settimana sarà più solo e più povero di lei.Gliene elenco almeno 4: Opera San Francesco, Progetto Arca, Opera Cardinal Ferrari, e la mia amata comunità di Sant’Egidio. Telefoni a una di queste istituzioni e si metta a disposizione:le garantisco,non si sentirà più solo e io sarò lì, con lei, col cuore.

Sua Nonna Paola

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro