Cusano Milanino, una recinzione per Nonno Pioppo: monumentale sì, ma instabile

Gli eventi climatici estremi hanno danneggiato quello che è ormai considerato il simbolo di Cusano. L’albero ha novant’anni, è alto ventisei metri e la sua chioma si estende per un diametro di sedici

Monumentale sì, ma instabile. Una recinzione per Nonno Pioppo
Monumentale sì, ma instabile. Una recinzione per Nonno Pioppo

Il quasi centenario pioppo, simbolo di Cusano Milanino, si potrà ammirare solo a distanza, restando dietro una recinzione, proprio come i monumenti. L’esemplare ha dovuto subire una messa in sicurezza, a causa dei problemi legali all’età e soprattutto alle condizioni climatiche estreme che, nei mesi scorsi, lo hanno messo a dura prova.

L’albero storico si trova in via Montegrappa, all’interno del parco Rodari: per la sua età ormai vicina ai 90 anni è stato affettuosamente soprannominato “Nonno Pioppo“ dai cusanesi. Alto 26 metri, la sua folta chioma si estende per un diametro pari a 16 metri e il tronco arriva a misurare poco più di un metro e mezzo di diametro. "Nonno Pioppo durante la sua vita è stato un testimone silenzioso: ha assistito alla costruzione delle case rosse di via Montegrappa e ha visto nascere il vicino oratorio di via Pedretti – ricorda la sindaca Valeria Lesma –. Ha scrutato generazioni di ragazzi frequentare la scuola di via Pellico e innumerevoli avventori del mercato del giovedì. Ha accolto uccelli e animali sopra e sotto la sua chioma e per tutti loro ha sempre prodotto ossigeno, assorbito anidride carbonica e polveri sottili, raffrescato e ombreggiato, assorbito le acque piovane, dato rifugio".

Con il passare degli anni, tuttavia, soprattutto a seguito dei nubifragi e delle raffiche di vento di luglio, “Nonno Pioppo“ è stato sottoposto a indagini di stabilità, che hanno portato a eseguire una potatura di alleggerimento delle branche principali e a installare anche dei tiranti di ancoraggio. La stessa indagine, considerata l’età, la dimensione e l’architettura vegetale del pioppo, "ha anche richiesto di tutelarlo per consentire ai cittadini di ammirarlo in sicurezza, con la posa di una recinzione che corre lungo tutta la proiezione della chioma". La recinzione, nel rispetto dell’ambiente, è stata realizzata in plastica riciclata al 100% e acciaio. "Vista la monumentalità dell’albero, la recinzione sarà corredata a breve dalla posa di un nuovo cartello serigrafato con le notizie agronomiche e le peculiarità del pioppo secolare. La nuova recinzione permetterà a tutti di soffermarsi davanti a Nonno Pioppo, riconoscendolo come uno dei monumenti storici di Cusano".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro