Milano, le sette bande criminali che si spartivano lo spaccio di droga in città: 15 condanne

Le indagini hanno individuato i gruppi attivi nei quartieri milanesi tra cui Barona, Gratosoglio, Comasina, Quarto Oggiaro e Rozzano

Bambini che giocano in piazza sotto i palazzoni nel quartiere Gratosoglio

Bambini che giocano in piazza sotto i palazzoni nel quartiere Gratosoglio

Milano, 16 febbraio 2024 – Un filone dell’inchiesta su un maxi traffico di droga, tra cui cocaina, si è conclusa con quindici condanne, di cui tre a 20 anni di reclusione.

Il processo è avvenuto con rito abbreviato, davanti al gup di Milano Mattia Fiorentini dopo le indagini condotte dai carabinieri e dalla polizia penitenziaria e coordinate dai pm della Dda Gianluca Prisco e Francesco De Tommasi.

L’inchiesta ha identificato un traffico di droga diviso tra sette gruppi criminali e gestito in quartieri periferici come Barona, Gratosoglio, Comasina e Quarto Oggiaro, e anche a Rozzano, nel Milanese.

Nessuna condanna per il “ras della Barona”

A fine aprile scorso erano stati eseguiti una trentina tra arresti e fermi e dall'indagine era emersa la figura del presunto "ras della Barona" Nazzareno Calajò, non condannato in questa tranche, oltre che un presunto traffico di stupefacenti nel carcere di Opera.

Nel processo abbreviato, che vedeva al centro componenti di due presunte associazioni criminali dei quartieri Barona e Gratosoglio e di Rozzano, sono stati condannati, in particolare, a 20 anni Rocco Mandaglio, Luigi Ruggiero e Graziano Valesella, che avrebbe avuto un ruolo di "coordinatore in Spagna dei traffici dell'organizzazione" con "periodiche importazioni" di droga in Italia.

Anche una donna tra gli indagati, Emilia Abello, difesa dall'avvocato Amedeo Rizza, era finita in carcere con l’accusa di essere “promotrice dell’associazione”: grazie alla sentenza, che invece riconosciuto il suo ruolo di “partecipe” dell’associazione, ha ottenuto i domiciliari. È stata condannata a 8 anni e 10 mesi con le attenuanti generiche, mentre la richiesta era di 12 anni.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro