Quotidiano Nazionale logo
22 feb 2022

Milano, lo sfogo: "Malamovida, i gestori sono le prime vittime"

 Michele Armiento: ci incolpano delle risse in piazza anche quando il locale è chiuso com’è successo qui 15 giorni fa

rosario palazzolo
Cronaca

di Rosario Palazzolo La rissa davanti alla discoteca. I giovani, quasi sempre ubriachi e su di giri, che si scazzottano e qualche volta vanno anche oltre estraendo coltelli e spranghe per trasformare la notte in una mattanza. Il buon nome di un locale compromesso a volte senza alcune responsabilità. La movida violenta sta impadronendosi anche nell’hinterland, come dimostrano i molti casi avvenuti nell’ultimo periodo. Una situazione drammatica e difficile da affrontare, che preoccupa prima di tutto gli operatori della “movida“, che, dopo ben due anni di stop pressoché assoluto a causa dell’emergenza pandemica, ora non vogliono rischiare nuove chiusure. A sfogarsi è Michele Armiento che insieme al socio Chen Zhiyang gestisce il Vip Disco Club di via Granelli a Sesto San Giovanni. La sua discoteca è stata tirata in ballo la scorsa settimana a margine di un episodio di rissa tra giovani avvenuto all’alba di un venerdì. Due giovani sono stati raccolti dai carabinieri e condotti in ospedale in seguito alla segnalazione di una rissa. Subito si è guardato al suo locale, anche se quella notte era chiuso. "Proprio quel giorno era prevista la riapertura delle discoteche dopo il periodo di restrizioni – racconta Armiento –. Doveva essere una boccata di ossigeno dopo tanta sofferenza. Ma avevamo deciso di attendere 24 ore per capire i contorni del decreto che autorizzava le riaperture. Quella sera avevamo lavorato solamente con il ristorante e il bar, che hanno chiuso intorno alle 3 di notte. Alle 6, un gruppo di ragazzi si è scontrato nel parcheggio che si trova accanto al locale. Subito si è pensato a nostri clienti. Tutto ciò dispiace, perché non si tratta solamente di perdere l’immagine, che per noi è importante, ma di rischiare provvedimenti per fatti che non ci riguardano". Armiento solleva un tema importante per chi lavora nel settore: ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?