L’annuncio al vertice dei Trasporti: "Il Frejus riaprirà entro il 2024"

Il G7 dei Trasporti a Milano si apre con focus sul futuro della mobilità e infrastrutture sostenibili. Salvini presenta progetti infrastrutturali, mentre la commissaria Ue Valean parla della fusione Ita-Lufthansa. Francia annuncia riapertura traforo Frejus entro il 2024.

L’annuncio al vertice dei Trasporti: "Il Frejus riaprirà entro il 2024"

L’annuncio al vertice dei Trasporti: "Il Frejus riaprirà entro il 2024"

Dopo la sessione di lavori straordinaria di giovedì dedicata all’Ucraina, è iniziato ieri il G7 dei Trasporti. I ministri sono stati accolti dal titolare italiano dei Trasporti e delle Infrastrutture ministro delle Infrastrutture Matteo Salvini in piazza Fontana a bordo a bordo di un tram storico 1928.

Accanto a Salvini c’era la fidanzata Francesca Verdini e l’amministratore delegato di Atm, Arrigo Giana. Gli ospiti sono stati invitati ad accomodarsi sulle panche in legno del mezzo e attraversare a bordo del mezzo il centro della città fino alla Scala dove hanno assitito all’opera “La Rondine“ di Giacomo Puccini.

Per quanto riguarda i lavori del vertice, la prima sessione riguarda le sfide del futuro della mobilità di fronte alla crescente instabilità globale. L’esigenza di rafforzare i sistemi di trasporto contro shock futuri (dall’intelligenza artificiale alle crescenti tensioni geopolitiche, passando per le sfide del cambiamento climatico o di un attacco informatico), oltre alla necessità di identificare iniziative politiche efficaci per promuovere infrastrutture più moderne, efficienti e sostenibili.

Salvini durante l’evento ha illustrato sinteticamente il Piano di progetti infrastrutturali del Governo, con particolare riferimento al Ponte sullo Stretto. Il ministro ha richiamato anche alcune strutture simili realizzate in Giappone.

Durante gli incontri bilaterali del vertice, il ministro francese Patrice Vergriete ha annunciato che entro il secondo semestre del 2024 dovrebbe riaprire la seconda canna del traforo del Frejus. All’appuntamento milanese era presente anche la commissaria Ue ai Trasporti Adina Valean, che - a margine dei lavori - è tornata sulla fusione Ita-Lufthansa. "Sono fiduciosa in una chiusura positiva delle nozze Ita-Lufthansa", ha detto Valean, sottolineando che "la fusione sta impiegando troppo tempo per essere conclusa". Secondo Valean "È importante che Ita sia una compagnia di successo, ed è il motivo del consolidamento con Lufthansa, ma penso che nell’interesse della migliore possibilità di scelta e dell’obiettivo di avere tariffe più basse e un servizio migliore dobbiamo essere sicuri di mantenere un ambiente competitivo".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro