La Statale apre a San Siro l’Hub talenti

L'Università Statale apre l'Hub dei Talenti a San Siro per orientamento e lavoro agli under 29, in collaborazione con Mestieri Lombardia e il Comune di Milano. Obiettivo: contrastare dispersione scolastica ed emarginazione.

La Statale apre a San Siro l’Hub talenti

La Statale apre a San Siro l’Hub talenti

L’università Statale apre uno sportello di orientamento scolastico e professionale per gli under 29 a San Siro, nell’area di piazzale Selinunte. Si chiama Hub dei Talenti e trova spazio all’Off campus del Politecnico (grazie anche a un nuovo patto di collaborazione firmato dai due atenei per rafforzare la presenza in quartiere). Il nuovo servizio è gestito in collaborazione con Mestieri Lombardia, agenzia non profit per il lavoro, e si aggiunge al supporto ai doposcuola della Rete QuBì Municipio 7 e al potenziamento dei percorsi di alfabetizzazione e competenze linguistiche, in particolare per le donne. Il 50% della popolazione nella zona è di origini straniere, sono 85 le nazionalità presenti. Per supportare i più giovani, evitando la dispersione scolastica e l’emarginazione, è stato ideato l’Hub dei talenti che tutti i venerdì pomeriggio, dalle 14.30 alle 17.30, accoglierà i giovani dai 14 ai 29 anni per coinvolgerli in percorsi di orientamento o ricerca attiva del lavoro. Saranno presenti una ricercatrice della Statale e un’operatrice di Mestieri Lombardia. Per l’orientamento dei ragazzi tra i 14 e i 18 anni nell’ambito del progetto MiG Work del Comune di Milano, sarà coinvolta la Cooperativa sociale Comunità del Giambellino. È prevista anche la creazione di un podcast sui temi dei giovani e del lavoro. "L’obiettivo sarà quello di far sentire gli utenti ingaggiati in un percorso virtuoso e rivolto ad un obiettivo concreto, raccogliendo anche feedback e suggerimenti da parte loro attraverso questionari di gradimento, utili anche alla raccolta dei dati per la valutazione dell’impatto del progetto", spiega Alessia Di Pascale, docente di Diritto dell’Unione Europea e coordinatrice del progetto. Si.Ba.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro