La sconfitta di Iannotta "Ho raggiunto il 42% mi ritengo soddisfatto"

La sconfitta di Iannotta   "Ho raggiunto il 42%  mi ritengo soddisfatto"

La sconfitta di Iannotta "Ho raggiunto il 42% mi ritengo soddisfatto"

"Soddisfatto a titolo personale del risultato che ho raggiunto e pronto, ora, a sedere in consiglio comunale". A tre giorni dal ballottaggio che ha assegnato la vittoria alla candidata del centrosinistra Ilaria Scaccabarozzi, e dopo una "pausa di riflessione" parla il candidato sconfitto Fabio Iannotta (nella foto). Sostenuto al secondo turno non solo dalle liste del centrodestra ufficiale ma, a seguito dell’apparentamento deciso pochi giorni dopo il primo turno, anche dal cartello civico di centrodestra Progetto Uniti per Fare. Un ricompattamento d’area che non è bastato. "A livello personale - così Iannotta - esprimo la mia soddisfazione per il risultato: ho superato il primo turno e ottenuto al ballottaggio più del 42% dei consensi". Sull’esito finale: "Devo riconoscere che, ancora una volta, Gorgonzola conferma di essere una roccaforte della sinistra. E che l’approccio ideologico in questa direzione impedisce di vedere l’assenza di politica per il territorio, risultato delle loro amministrazioni precedenti". Una riflessione più ampia: "Non credo si possa ignorare il fatto che nella stessa tornata elettorale in cui il centrodestra ha trionfato in tutto il territorio nazionale, grazie alla forza trainante del Presidente del Consiglio Giorgia Meloni e del lavoro di tutto il Governo, a livello lombardo non ci sia stato purtroppo lo stesso risultato. Questo dovrà essere oggetto di opportune riflessioni e valutazioni". Iannotta siederà in consiglio comunale insieme ai due eletti di Fratelli d’Italia Luigi Micene e Antonino Uccello. Siederanno in minoranza anche gli eletti del polo civico Progetto Uniti per Fare, Matteo Pedercini, Walter Baldi e Giovanni Santacroce. Restano fuori aula Forza Italia e Lega Nord.M.A.