Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
19 mag 2022

La recessione fa capolino Che sconforto

19 mag 2022
alberto
Cronaca

Alberto

Mazzuca

Che sconforto… Che tristezza constatare come tanti commentatori politici italiani parlino di cose di cui sanno ben poco finendo per iniettare nella comunità veleni e confusione. Quella dell’”opinionismo” è una malattia, come l’ha giustamente definita De Rita, la malattia più grave di questo periodo. Che tristezza constatare che si stanno ripetendo in Ucraina gli errori del passato compiuti questa volta dagli americani, in Iraq, in Vietnam, in Afghanistan… Proprio in questi giorni esce per Guerini e Associati l’autobiografia, curata da Gianfranco Fabi, di Lino Cardarelli, uno dei maggiori protagonisti della finanza italiana negli anni Ottanta quando, al fianco di Mario Schimberni, ha cercato di fare della Montedison una “public company”, tentativo fallito in seguito all’assalto di Raul Gardini, “il Corsaro”. Il titolo è: “Dalla Montedison a Baghdad”. Già, perché molti anni dopo, nel 2010, è stato prima il responsabile dell’avvio a Baghdad del progetto di ricostruzione dell’Iraq e poi, sino al 2014, responsabile dell’Unione per il Mediterraneo. Ed ha visto da vicino quanto compiuto dagli americani nella guerra irachena. E non solo in Iraq. Sono stati in questi giorni a Milano due protagonisti di un’altra guerra, quella del Vietnam, ricordata dal celebre scatto della bambina che fuggiva nuda dal bombardamento. Nick Con Gut era il fotografo e oggi ha 71 anni; Kim Phūc, la bambina, oggi ha 59 anni. Uno scatto che contribuì a fermare quella guerra. Che tristezza vedere anche l’Europa disunita, incapace di portare avanti una linea comune con sanzioni che vengono poi bypassate. Che tristezza osservare quella che Marco Vitale, economista d’impresa, chiama “la scomparsa della ragione”. Scomparsa nei governanti (certamente in Putin ma anche in Biden) e in tanta parte della classe dirigente a Est e a Ovest. Ma in fondo a tutto c’è sempre un filo di speranza che ci può aiutare. Anche perché la recessione è dietro l’angolo.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?