Nicola Palma e Marianna Vazzana
Cronaca

Milano, ciclista investito e ucciso da un tir in via Comasina: trascinato per centinaia di metri

Un’altra tragedia provocata dal cosiddetto ‘angolo cieco’ dei mezzi pesanti. Il conducente dell’autoarticolato si è fermato

Milano – Un altro investimento mortale sulle strade di Milano. Alle 10.40 di oggi, lunedì 8 maggio, un uomo non ancora identificato è stato travolto mentre era in bicicletta da un autoarticolato in via Comasina, nella periferia nord.

Trasportato in condizioni gravissime al pronto soccorso del Niguarda, è deceduto pochi minuti dopo il ricovero in ospedale. Gli accertamenti sulla dinamica sono affidati agli agenti della polizia locale Il ciclista è stato trascinato per alcune centinaia di metri prima che l'autoarticolato fermasse la sua corsa.

Il conducente del mezzo pesante, un italiano di 55 anni, si è fermato. È risultato negativo ai test per alcol e droga. La vittima è Li Tianjiao, un cinquantacinquenne di origine cinese, residente a Cormano.  Stando alle prime informazioni, il camion ha svoltato a destra in via Novate, travolgendo il ciclista; se la dinamica venisse confermata, si tratterebbe ancora una volta di un incidente provocato dal cosiddetto ‘angolo cieco’, come accaduto il primo febbraio in piazzale Loreto a Francesca Veronica D'Incà e il 20 aprile in corso di Porta Vittoria a Cristina Scozia.

Per approfondire:

Area B, camion solo di notte se non hanno il sensore per l’angolo cieco

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro