Quotidiano Nazionale logo
13 mag 2022

Narcotraffico, indagato anche Genovese: "Facevamo cose da drogati"

Nell’operazione sulla rete di narcotrafficanti spunta l’ex imprenditore del web. Agli atti la consegna di 100 grammi nell’attico di piazza Santa Maria Beltrade

featured image
Alberto Genovese

di Anna Giorgi In una intercettazione dell’ordinanza che ha smantellato la rete di broker in narcotraffico e opere d’arte compare un nome noto alla cronaca nera e giudiziaria degli ultimi due anni. É quello di Alberto Genovese, l’ex guru di start up finito in carcere, e ora in un istituto per disintossicarsi, accusato di avere legato e violentato per venti ore una modella di 19 anni. Genovese era già finito nel mirino degli inquirenti anche per i fiumi di droga che giravano a “Terrazza Sentimento“, il supertattico con infinity pool nel quale si tenevano le famose feste a base di champagne e “cocaina rosa“ da quattrocento euro al grammo. Con l’indagine che ha portato in cella i broker si sono riannodati i fili anche di quella vicenda. Il 12 novembre del 2019 il corriere dei narcos Massimo Falzarano imposta il navigatore con le coordinate "Milano, piazza Santa Maria Beltrade 1, citofono 3...". Il suo capo gli ha detto di presentarsi a mezzogiorno per consegnare 100 grammi di droga (non si sa se ketamina o cocaina) a un cliente che abita lì. Chi? Ecco il quarantaquattrenne Alberto Maria Genovese, che poco meno di un anno dopo, il 6 novembre 2020, verrà arrestato proprio in quell’attico con l’accusa gravissima di essere uno stupratore. Il nome dell’ex imprenditore del web torna quindi, tra gli indagati dell’inchiesta dei pm della Dda di Milano Alessandra Dolci, Silvia Bonardi e Cecilia Vassena su un’associazione a delinquere che trafficava decine di chili di droga sull’asse Sudamerica-Olanda-Italia. Genovese ha sempre ammesso di essere dipendente dalla droga. "Eravamo drogati, ci frequentavamo fra drogati e facevamo cose da drogati. La anormalità era la nostra normalità. Cercavamo lo sballo estremo facendo cose estreme, sul sesso come su tutto il resto. Quello era diventato il mio mondo. E alle feste non c’erano ragazze o ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?