Frame video telecamera filobus
Frame video telecamera filobus

Milano, 12 dicembre 2019 -  La luce rossa del semaforo. Il “muso“ del mezzo Amsa che compare sulla destra. La carreggiata sgombra, la visuale perfetta. Dalle riprese della telecamera interna del filobus 90 che sabato mattina in viale Bezzi si è scontrato con un camion dei rifiuti, ecco il fotogramma principe che mostra la scena un secondo prima dell’impatto che ha causato la morte della donna filippina di 49 anni Shirley Ortega Calangi e 18 feriti, di cui 12 finiti all’ospedale.

L’immagine è tra quelle estrapolate dagli investigatori del Radiomobile della polizia locale, delegati agli accertamenti investigativi dal pm Rosaria Stagnaro, dagli occhi elettronici interni al mezzo Atm (i cui filmati vanno a integrare quelli ripresi da due telecamere private sui due controviali) e consente di vedere chiaramente com’erano le condizioni in strada, ma soprattutto che il semaforo fosse «rosso pieno» al momento del passaggio del filobus. L’eventuale ipotesi di un avanzare frettoloso, magari dettato da una luce gialla, crolla stando a quanto si può osservare con chiarezza in questo frame prezioso per l’inchiesta.

Un’altra immagine mostra invece il parabrezza in frantumi dopo lo schianto, con davanti la carreggiata (quella del senso di direzione opposto, considerando che dopo lo scontro il filobus è finito nella corsia oltre lo spartitraffico dopo aver abbattuto un semaforo) e i palazzi affacciati sulla strada. L’autista, il ventottenne F. G., ha riferito al suo avvocato Salvatore Leotta di «aver avuto un mancamento al momento dell’attraversamento dell’incrocio regolato da semaforo», all’angolo con via Marostica. Ma ancora è tutto da valutare, le indagini sono in corso e dovranno chiarire l’esatta dinamica e anche la velocità di marcia dei veicoli al momento dello schianto. I conducenti di entrambi i mezzi sono indagati per omicidio stradale aggravato e lesioni colpose.