Il Magenta festeggia la serie D. Solo lacrime per il Ciliverghe

Il Magenta festeggia una promozione in serie D che profuma d’impresa, mentre il Ciliverghe piange l’ennesimo obiettivo sfumato proprio sulla...

Il Magenta festeggia la serie D. Solo lacrime per il Ciliverghe

Il Magenta festeggia la serie D. Solo lacrime per il Ciliverghe

Il Magenta festeggia una promozione in serie D che profuma d’impresa, mentre il Ciliverghe piange l’ennesimo obiettivo sfumato proprio sulla linea del traguardo in questa stagione. È questo il verdetto delle finali di ritorno degli spareggi di Eccellenza, che hanno visto i milanesi conquistare il 2-2 che vale la promozione in casa dell’Unione la Rocca Altavilla, mentre i gialloblù si sono arresi (0-3) a Fossano.

Risultati che hanno sovvertito le impressioni che avevano accompagnato la conclusione degli incontri di andata, che vedevano il Ciliverghe vicino alla serie D dopo il convincente 3-1 maturato in casa e la squadra di mister Lorenzi in bilico, dopo lo 0-0 del primo turno. La squadra di mister Quartuccio, dopo aver perso la Coppa Italia regionale ai rigori e aver visto fuggire l’Ospitaletto in campionato dopo un prolungato testa a testa, in Piemonte non riesce a conservare il prezioso vantaggio costruito in terra bresciana.

Una sconfitta che fa ancora più male se solo si considera la positiva partenza degli ospiti, capaci di costruire le prime occasioni con Triglia. Il primo tempo sembra destinato a chiudersi a reti inviolate, ma al 45’ De Souza insacca la rete che carica a mille un Fossano che dopo 2’ della ripresa firma con Alfiero il raddoppio che apre le porte alla serie D. A questo punto sono i gialloblù a dover inseguire, ma al 13’ una sfortunata deviazione di Ondei, su conclusione di Bongiovanni, sigla il tris. Il Ciliverghe non vuole arrendersi e cerca la rete che garantirebbe almeno i supplementari, ma, nonostante l’espulsione di Grandoni al 34’, non riesce a superare Cirillo e a spegnere la festa del Fossano. In terra vicentina è invece il Magenta a gioire per il gran salto in serie D. Dopo il nulla di fatto dell’andata, è la doppietta su rigore di Avinci a cavallo dei due tempi (45’ pt e 4’ st) a spingere la formazione di Lorenzi verso la promozione. All’Unione La Rocca non basta il gran recupero del secondo tempo e il 2-2 finale (firmato dalle reti di Marchesini al 20’ e Peotta al 40’ st) sancisce il balzo in serie D del Magenta per le reti siglate in trasferta.

Luca Marinoni