Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
23 giu 2022

Il decalogo antispreco di Cap "Serve l’impegno di tutti"

In Italia in media utilizziamo 215 litri d’acqua pro capite contro i 125 dell’Europa "Ecco le buone pratiche"

23 giu 2022
Ai rubinetti è bene inserire. sistemi frangigetto che riducono la quantità d’acqua
Ai rubinetti è bene inserire. sistemi frangigetto che riducono la quantità d’acqua
Ai rubinetti è bene inserire. sistemi frangigetto che riducono la quantità d’acqua
Ai rubinetti è bene inserire. sistemi frangigetto che riducono la quantità d’acqua
Ai rubinetti è bene inserire. sistemi frangigetto che riducono la quantità d’acqua
Ai rubinetti è bene inserire. sistemi frangigetto che riducono la quantità d’acqua

Come risparmiare 100 litri di acqua all’anno a testa in poche semplici mosse. Pronto il decalogo anti-spreco di Cap, gestore del servizio nell’hinterland, Città metropolitana e Comuni. Siamo "sciuponi", ciascuno di noi, secondo l’Istat, utilizza 215 litri pro capite al giorno contro una media europea di 125, "una tendenza che non cala neppure in questo momento così difficile", spiegano i promotori dell’iniziativa. Per evitare razionamenti si può cominciare mettendo frangigetto ai rubinetti (grazie all’aria che aggiungono tagliano i consumi di 6-8mila litri ogni anno) e tenerli in esercizio perfetto: se ci sono perdite vanno riparate. Meglio usare gli scarichi a pulsanti per il water che regolano il flusso, sì alla doccia no al bagno: la riduzione è di un terzo. Lavarsi i denti e far la barba a secco, usare lavastoviglie e lavatrice evitando di pulire piatti e panni a mano. Cattive notizie anche per chi ama l’auto scintillante "meglio lavarla solo quando è strettamente necessario e non con la canna, ma con il secchio"; innaffiare piante o giardini solo di sera per rallentare l’evaporazione, recuperare l’acqua piovana per bagnare fiori e prato. Ultimo consiglio, non riempire piscine e vasche all’aperto. "Stiamo vivendo una parentesi complicata, frutto di una situazione che va avanti da mesi, ma che ha cause complesse con radici lontane nel tempo – dice Alessandro Russo, presidente e amministratore delegato del Gruppo Cap –. Lavoriamo da anni per minimizzare le perdite, ridotte a meno del 18%, una soglia quasi fisiologica, e abbiamo importanti progetti di recupero delle acque piovane insieme alle amministrazioni. Ma è innegabile che ciascuno di noi può offrire il proprio contributo. Il prontuario che distribuiremo a tutte le famiglie nasce da questa certezza". Bar.Cal.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?