FRANCESCA GRILLO
Cronaca

Gianni Triulzi ci prova ancora: "Vorrei completare l’opera e avviare nuovi progetti"

"A Cusago usciamo da 5 anni caratterizzati da avvenimenti straordinari, dal Covid alle guerre. Un’esperienza difficile ma che ha permesso di instaurare rapporti durevoli e profondi".

Gianni Triulzi ci prova ancora: "Vorrei completare l’opera e avviare nuovi progetti"

Gianni Triulzi ci prova ancora: "Vorrei completare l’opera e avviare nuovi progetti"

L’obiettivo della ricandidatura a sindaco del primo cittadino Gianni Triulzi è dare continuità all’operato di questi anni e realizzare i progetti rimasti in cantiere, in particolare a causa degli stop dovuti all’emergenza Covid e alle ripercussioni della guerra in Ucraina. Il sindaco, della lista “La nostra Cusago“ affronterà Gianmarco Reina, supportato da un’altra lista civica: “Siamo Cusago“. "I cinque anni di amministrazione che stanno per concludersi – spiega Triulzi – sono stati caratterizzati da avvenimenti davvero straordinari, che hanno avuto importanti conseguenze sulle nostre vite. Prima la pandemia, poi lo scoppio della guerra in Ucraina che, oltre alla tragedia umanitaria, ha provocato e sta ancora causando aumenti di prezzi in vari settori economici, con aggravio dei costi. Sono eventi che hanno avuto ripercussioni anche nella gestione amministrativa e a questo si è aggiunta l’emergenza umanitaria dei profughi ucraini: Cusago è stata chiamata a dare concreta assistenza, che continua ancora oggi". Secondo il primo cittadino, "la pandemia ha condizionato anche l’attività del Comune: molti progetti hanno subìto un blocco significativo, comportando gravi effetti sui tempi dei lavori programmati o in fase di programmazione". Triulzi parla anche dell’esperienza "umana acquisita, sempre a contatto con i cittadini, per cercare di risolvere problemi e dare sostegno ai più fragili. Nell’emergenza si sono instaurati rapporti durevoli che proseguono con attenzione e sensibilità".

Per quanto riguarda il futuro, Triulzi ha deciso di ricandidarsi per "la convinta volontà di tutta la mia giunta e di alcuni consiglieri di continuare a collaborare anche in un eventuale secondo mandato – precisa –, a cui si uniranno nuove leve giovani, per dare un contributo importante di idee. A questo si aggiunge il desiderio di non lasciare a metà o addirittura incompiuti molti progetti. L’obiettivo è rendere il nostro paese più bello, più sicuro, più a misura di grandi e piccoli". I progetti imminenti sono il parco giochi di Monzoro, la pista ciclabile di collegamento tra zona commerciale con quella residenziale e i nuovi orti. Per il futuro, tra le priorità il rilancio dello storico castello, la realizzazione di un polo culturale e l’ampliamento della rete di piste ciclabili.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro