Fiano-Qader, dialogo sulla guerra

Sono due vecchie conoscenze del Consiglio comunale milanese, Emanuele Fiano e Sumaya Abdel Qader. Lui ex parlamentare del Pd ed...

Fiano-Qader, dialogo sulla guerra
Fiano-Qader, dialogo sulla guerra

Sono due vecchie conoscenze del Consiglio comunale milanese, Emanuele Fiano e Sumaya Abdel Qader. Lui ex parlamentare del Pd ed esponente della comunità ebraica meneghina. Lei vicina ai dem fino a qualche anno fa, ora sociologa e ricercatrice all’Università Cattolica, esponente della comunità islamica cittadina. Vicini politicamente, lontani per le posizioni sulla guerra israelo-palestinese? Forse non così tanto lontani, forse desiderosi di trovare punti di contatto per arrivare alla pace nella striscia di Gaza nel più breve tempo possibile? Lo si capirà oggi alle 21 alla Casa della Psicologia in piazza Castello 2, quando Fiano e Abdel Qader si confronteranno durante l’incontro pubblico intitolato “Israele e Palestina: un dialogo oltre le divisioni. Che cosa è successo, che cosa sta succedendo, che cosa si può fare“, organizzato dall’Ordine degli Psicologi della Lombardia (Opl).

All’incontro, moderato da Davide Baventore, vicepresidente dell’Opl, parteciperà anche Damiano Rizzi, psicologo e psicoterapeuta, co-fondatore e presidente di Fondazione Soleterre.

Nella nota che presenta l’appuntamento si legge che "l’incontro ha l’obiettivo di discutere della cronicità di questo conflitto, cercando di ragionare sul contributo concreto e teorico che può apportare alla pace la psicologia, interrogandosi sul dialogo e sulle condizioni che lo rendono possibile, sulle vie d’uscita immaginabili e sugli aspetti della convivenza umana che ciclicamente sembrano incepparsi, individuando nell’esercizio della forza l’unica soluzione apparente".

M.Min.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro