Dopo il commissariamento. Corrado D’Urbano si candida: "Cornaredo va rianimata"

L’uomo del centrodestra: "Non voglio commentare i motivi dell’improvviso addio di Santagostino ma è indubbio che il Comune ne è uscito con le ossa rotte. Intendo cercare di rimediare" .

Dopo il commissariamento. Corrado D’Urbano si candida: "Cornaredo va rianimata"

Dopo il commissariamento. Corrado D’Urbano si candida: "Cornaredo va rianimata"

È Corrado D’Urbano il primo candidato sindaco ufficiale per le elezioni amministrative del prossimo 8 e 9 giugno a Cornaredo. Nel Comune alle porte di Milano, commissariato dallo scorso maggio dopo le dimissioni del sindaco di centrosinistra, Yuri Santagostino, l’appuntamento con le urne è molto atteso dalle forze politiche e dai cittadini per tornare alla ‘normalità’. "Mi candido a sindaco perché Cornaredo ha bisogno di essere rianimata dopo anni difficili, culminati nelle improvvise dimissioni del sindaco e nel conseguente commissariamento – dichiara D’Urbano –. Non voglio commentare le ragioni personali che lo hanno indotto a lasciare l’incarico, ma è indubbio e sotto gli occhi di tutti che la città ne sia uscita con le ossa rotte". Settantadue anni, medico in pensione, assessore ai servizi sociali dal 2009 al 2014, sarà a capo della lista civica che porterà il suo nome (“Corrado D’Urbano sindaco“), sostenuta dalla coalizione di centrodestra, Fratelli d’Italia, Lega e Forza Italia.

"La decisione di mettermi a disposizione è maturata dopo avere parlato con tantissimi cittadini scontenti per la situazione attuale della nostra città. Sono andato da poco in pensione e, avendo quindi più tempo, ho accettato la sfida", ha spiegato il candidato sindaco. Servizi alla persona, cura e tutela del territorio, sicurezza e cultura saranno le priorità del programma elettorale in fase di definizione. "Ogni azione sarà improntata ad avere una città a misura di famiglia, inclusiva, dinamica e orientata al futuro – aggiunge D’Urbano –. Cornaredo e le sue frazioni hanno grandi potenzialità: la nostra ambizione è farne un fulcro di eccellenza alle porte di Milano, sfruttando al meglio i collegamenti con il capoluogo e l’area ex Expo e favorendo uno sviluppo armonico del tessuto sociale e produttivo". La lista civica porterà il suo nome e sarà sostenuta da tutto il centrodestra. "I nostri valori aggiunti sono l’unità della coalizione – dichiara Luca Caravita, vicesegretario provinciale di Forza Italia – e un candidato sindaco capace di fare sintesi". Il coordinatore del circolo di Fratelli d’Italia, Luca Repossi, sottolinea la necessità di voltare pagina, "dopo dieci anni, Cornaredo ha bisogno di un’amministrazione migliore". Infine la Lega commenta: "sosteniamo convintamente la candidatura di Corrado, frutto di un percorso condiviso e iniziato da tempo – afferma Alessio Zanzottera, segretario della Lega per la Provincia del Ticino –: a Cornaredo abbiamo costituito un’alleanza fondata su idee e progetti concreti e ci sono tutti i presupposti per fare bene".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro