LAURA LANA
Cronaca

Sesto San Giovanni: Don Roberto Davanzo lascia, arriva don Luciano Angaroni

Passaggio di testimone alla basilica di Santo Stefano. Il vecchio prevosto arrivò nel marzo 2016: un servizio pastorale nel segno del dialogo interreligioso

don Roberto Davanzo

don Roberto Davanzo

Sesto San Giovanni, 12 settembre 2023 – Passaggio di testimone alla Basilica di Santo Stefano, dove nei prossimi giorni arriverà don Luciano Angaroni. Sarà lui il nuovo prevosto, dopo alcuni anni trascorsi come vicario episcopale della zona V, di cui fa parte Monza.

Originario della parrocchia di Gerenzano, si è laureato in Fisica nel 1986 ed è diventato sacerdote nel 1993. Da diacono è stato un anno a Oreno di Vimercate e successivamente ha esercitato il suo ministero a Milano e in periferia. Sabato sera ci sarà la messa di ingresso di don Luciano, che prende il posto di don Roberto Davanzo, che lascia Sesto per altri incarichi.

L’addio il decano sestese lo aveva dato durante le celebrazioni della Festa di San Giovanni, a poco tempo di distanza anche dal traguardo dei 40 anni di sacerdozio. Era arrivato dalla Caritas a piazza Petazzi nel marzo del 2016. Anno dopo anno era stato sempre più presente nella vita della città, anche con prese di posizione che avevano suscitato diversi dibattiti politici: dalla vicinanza al centro culturale islamico sestese, con un dialogo interreligioso iniziato dal predecessore don Giovanni Brigatti e con tante iniziative di preghiera, teatro, riflessione, alla lettera appello contro gli sfratti nel gennaio 2022, ai richiami durante le messe di Santo Stefano e nelle lettere alla città durante le feste patronali sulla necessità di condivisione, accoglienza, anche di toni politici meno violenti e urlati.

Di politica che "scandalosamente per due campagne elettorali ha avuto un partito che ha messo il no alla moschea al primo posto. Una miopia che ha strumentalizzato un tema importante, ignorando una comunità". Di "erodersi di una sensibilità cittadina nel cooperare" e di "disillusione rispetto alle grandi trasformazioni urbanistiche" con una credibilità compromessa ha parlato don Roberto prima del ritorno a Milano.

Domenica la comunità cinisellese insieme al sindaco Giacomo Ghilardi ha accompagnato don Roberto Spreafico dalla parrocchia di San Martino a quella di Barlassina, che lo vedrà nuovo parroco. Partenze e arrivi anche alla cappella dell’ospedale Bassini. L’asst Nord Milano ha accolto don Andrea Bottani, che è diventato il nuovo cappellano del nosocomio e che prende il posto di don Luigi Lesmo, al quale sono andati i ringraziamenti da parte di tutta la struttura ospedaliera.