Quotidiano Nazionale logo
16 feb 2022

"Danno erariale al Fatebenefratelli" Ma i pm arrivano in ritardo di 5 anni

Nel mirino la transazione da 300mila euro con gli eredi di una donna morta. Il processo salta per prescrizione

nicola palma
Cronaca
Nel mirino l’operato della Procura della Corte dei Conti lombarda
Nel mirino l’operato della Procura della Corte dei Conti lombarda
Nel mirino l’operato della Procura della Corte dei Conti lombarda

di Nicola Palma La richiesta di chiarimenti è arrivata quasi 5 anni dopo la prima comunicazione. Troppo tardi per evitare la scadenza dei termini. Troppo tardi per avere la possibilità di approfondire la vicenda in aula e far emergere eventuali profili di danno erariale. Così il processo a tre ex manager del Fatebenefratelli (e a una dirigente ancora in carica ma con un altro ruolo) è finito con una dichiarazione di prescrizione da parte della Corte dei Conti della Lombardia. La storia inizia il 2 febbraio 2012, quando gli eredi di A.M.P., deceduta il 4 gennaio 2011, inviano una nota all’ospedale per chiedere il risarcimento dei danni: a loro parere, la morte della donna sarebbe stata causata da "un colpevole ritardo dei sanitari nel prestare i primi soccorsi in seguito a un arresto respiratorio". Il 15 ottobre 2012, a valle di una serie di riunioni del Comitato valutazione sinistri e del processo decisionale sulle "soluzioni ritenute maggiormente idonee alla salvaguardia del bilancio dell’ente", i vertici del centro clinico di piazzale Principessa Clotilde e i parenti di A.M.P. siglano un atto di transazione per 300mila euro (poi versati in due tranche da 150mila euro il 19 ottobre 2012 e il 22 gennaio 2013), somma "da intendersi quale integrale e definitivo risarcimento di tutti i danni subìti, accessori e spese, anche di patrocinio, diretti e indiretti, presenti e futuri, conosciuti e non, alle cose e alle persone". Fuori dal legalese: l’accordo mette una pietra tombale su qualsiasi ulteriore pretesa da ambo le parti. Il 20 febbraio 2013, come da prassi, l’Unità operativa Affari generali e legali dell’azienda ospedaliera Fatebenefratelli e Oftalmico di Milano (oggi Asst Fatebenefratelli Sacco) comunica l’esborso alla Procura regionale della Corte dei Conti. Finita? No, perché il 24 novembre 2017, cioè 4 anni e 9 mesi dopo, i pm inviano ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?