Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
21 feb 2022

Cologno, una tomba anche per cani e gatti

Destinata agli animali domestici un’area nel cimitero di via Longarone. "La proposta appoggiata dal sindaco"

21 feb 2022
laura lana
Cronaca
Mirco Angelucci, consigliere comunale della Lega, con uno dei suoi gatti
Mirco Angelucci, consigliere comunale della Lega, con uno dei suoi gatti
Mirco Angelucci, consigliere comunale della Lega, con uno dei suoi gatti
Mirco Angelucci, consigliere comunale della Lega, con uno dei suoi gatti

Cologno Monzese (Milano) - Cologno avrà il suo cimitero dedicato agli animali domestici. Non sarà realizzata una nuova struttura, ma sarà utilizzata un’area oggi vuota in fondo al camposanto di via Longarone. L’idea nasce qualche anno fa, quando l’allora assessore con la delega ai Servizi demografici e cimiteriali, Simone Rosa, aveva lavorato a una bozza di progetto e aveva realizzato i primi sopralluoghi con i funzionari del Comune. Il piano era poi stato lasciato nei cassetti: in prima battuta era stato infatti considerato inattuabile per problemi tecnici.

"Oggi ha invece riscontrato consenso e il primo ad appoggiare la proposta è stato proprio il sindaco Angelo Rocchi", rivela Mirco Angelucci, consigliere comunale della Lega, animalista e ambientalista convinto, che dal primo cittadino ha ricevuto la delega a occuparsi proprio di questi temi, supportando la Giunta. Si è così pensato di riservare un’area in fondo al cimitero di via Longarone alla sepoltura di animali domestici, che abbiano un peso inferiore ai 5 chilogrammi, come prevede la normativa. "Lì la struttura potrà estendersi anche in verticale con i loculi, dove i padroni che lo desiderano potranno acquistare uno spazio per i propri amici a quattro zampe - spiega Angelucci, che vive con due gatti -. Abbiamo pensato che questo punto possa essere ottimale perché non presenta criticità legate alla fattibilità e soprattutto non ha bisogno di cambi di destinazione d’uso".

La prima fase dell’iter sarà però burocratica: bisogna infatti modificare il regolamento cimiteriale. Poi si potrà passare al progetto. "Gli spazi dei loculi sono ridotti, 30 per 30 centimetri, per riporre le urne dopo la cremazione. La nuova funzione non andrà quindi a sottrarre spazio", sottolinea il capogruppo. Nel Nord Milano quello colognese sarà il primo cimitero con una zona per ospitare gli animali. "Milano ne ha realizzato uno ad hoc esterno. Noi faremo uno step intermedio". Quest’iniziativa si aggiunge alla riforma dei servizi funerari approvata nel 2019 da Regione Lombardia, prima regione in Italia, che già oggi dà la possibilità di condividere con il proprio amico a quattro zampe il loculo.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?