Piazza Duomo (Newpress)
Piazza Duomo (Newpress)

Milano, 12 dicembre 2015 -  E' Milano la città più ecosostenibile d’Italia. Il capoluogo lombardo si piazza al primo posto tra le 110 maggiori località della Penisola precedendo Torino e Bologna, e superando di gran lunga Roma, che occupa invece il 109esimo posto. A stabilirlo una ricerca condotta dalla startup EcoSost in occasione di Cop21, la conferenza mondiale sul clima in corso a Parigi.

I risultati mostrano come in generale il tema della sostenibilità sia fortemente percepito dagli italiani, ma come allo stesso tempo ci sia una carenza di consapevolezza che impedisce ai cittadini di mettere in pratica quei piccoli e grandi gesti in grado di rendere più sostenibile il proprio stile di vita. Il 60% degli intervistati, infatti, ha saputo identificare solo la raccolta differenziata e l’energia rinnovabile come possibili mezzi per ridurre gli sprechi e salvaguardare l'ambiente.

Quattro le macroaree prese in considerazione dalla ricerca ha preso: cibo, acquisti verdi, mobilità sostenibile e risparmio energetico. Per calcolare il livello di ecosostenibilità delle Regioni e delle città si è tenuto conto dell’impegno degli utenti e delle aziende, che si trovano insieme all'interno del portale di Ecosost. Per gli utenti sono state analizzate le azioni volte al miglioramento del proprio stile di vita, l’aumento della consapevolezza nei consumi e la partecipazione attiva nel sensibilizzare le scelte degli altri utenti. Per quanto riguarda le aziende si è tenuto conto del loro impegno nel mettere in pratica i principi di sostenibilità nei loro processi produttivi e commerciali e di quanto questi siano riconosciuti dagli utenti.

"I risultati dimostrano che il cambiamento culturale degli italiani nei confronti del vivere ecosostenibile è già iniziato - sottolinea il founder di EcoSost, Nicola Tagliafierro -. Il paradosso è che gli italiani non sanno a pieno come poter realizzare, anche con i piccoli gesti quotidiani, questo cambiamento fondamentale e necessario soprattutto per le generazioni future: in questo percorso, purtroppo, non sono sempre sostenuti da un vero progetto locale di sostenibiltà di cui invece tutte le istituzioni si dovrebbero dotare".