Quotidiano Nazionale logo
15 feb 2022

Carceri, la denuncia del garante: San Vittore sembra un manicomio

Maisto: carenza di assistenza psichiatica nelle strutture milanesi. I positivi da Covid? Numeri sotto controllo

massimiliano mingoia
Cronaca
Francesco Maisto, garante dei detenuti del Comune
Francesco Maisto, garante dei detenuti del Comune
Francesco Maisto, garante dei detenuti del Comune

di Massimiliano Mingoia "Il carcere di San Vittore sembra un manicomio". Parole del garante dei detenuti del Comune, Francesco Maisto, intervenuto ieri alla sottocommissione carceri di Palazzo Marino. Certo, Maisto tranquillizza i consiglieri sulla situazione dei contagi da Covid negli istituto di pena milanesi, ma denuncia la situazione critica a San Vittore sul fronte della cura di alcune patologie: "Ci sono detenuti con patologie psichiatriche a regime ordinario, c’è stata la chiusura del Centro di Osservazione Neuropsichiatrico e i detenuti psichiatrici sono collocati nei reparti comuni seppure ci sia la sezione dei monitorati psichici. Ulteriore fattore è la mancata copertura degli esperti psichiatrici 24 ore su 24 e la scopertura dalle 16 del pomeriggio e fino al giorno dopo". La carenza di assistenza psichiatrica è causa dell’aumento delle aggressioni contro il personale in servizio nelle carceri: "Da un’analisi statistica del Prap della Lombardia – continua Maisto – emerge che dal 1° gennaio del 2015 al 31 aprile del 2021 c’è stato un crescendo del fenomeno di aggressioni al personale. In particolare il 2020 è stato l’anno peggiore finora e il 2021 ha già fatto segnalare un trend che se è confermato porterebbe il dato al doppio rispetto al 2019 e al triplo rispetto al 2015". Il quadro è più rassicurante quando il garante comunale dei detenuti parla dei contagi da Covid negli istituti penitenziari. Secondo i dati riferiti da Maisto in commissione, nel carcere di Bollate attualmente ci sono 20 detenuti Covid positivi, mentre tra agenti e operatori vari i positivi sono 145. A San Vittore attualmente sono 29 i casi di contagiati mentre gli agenti positivi, fino all’8 febbraio, sono risultati 287. Nella casa di reclusione di Opera "dopo una bolla che si è verificata dopo Natale e che fece assurgere il carcere a uno di quelli con più contagi in ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?