Lavori sulle strade
Lavori sulle strade

Milano, 30 luglio 2018 - Gravi ritardi nell’esecuzione dei lavori, interventi richiesti dal Comune mai realizzati o effettuati solo parzialmente, inadempienze sul fronte della sicurezza dei lavoratori, oltre che amministrative. Per questi motivi, l’amministrazione di piazza Scala ha deciso di rescindere il contratto con un’azienda che, nel luglio del 2017, si era aggiudicata uno dei lotti dell’appalto di manutenzione ordinaria delle strade cittadine per i Municipi 6, 7 e 8. «Quelli di manutenzione ordinaria delle strade – spiega l’assessore comunale alla Mobilità, Marco Granelli, firmatario della delibera approvata in Giunta – sono appalti fondamentali per la città. Si tratta dei cosiddetti interventi “a chiamata” per riparare le buche, i cedimenti, i marciapiedi sconnessi. Opere che devono essere realizzate con puntualità e a regola d’arte. L’appalto in questione – sottolinea ancora l’assessore – copriva praticamente mezza città e, grazie alle verifiche dei nostri supervisori, abbiamo accertato che la ditta stava accumulando gravi ritardi e molti lavori non venivano eseguiti o erano incompleti. Situazione a cui abbiamo voluto porre fine rescindendo il contratto e assegnando il resto dell’appalto alla ditta che si era classificata seconda in gara».

I lavori erano stati assegnati all’impresa Co.Res. nel luglio 2017 per una durata di 730 giorni e un importo di oltre 1 milione di euro. La durata dell’appalto assegnato arriva fino a giugno 2019. Nel corso dei mesi, a partire da gennaio di quest’anno, la Direzione dei lavori, in capo al Comune, ha verificato in diverse occasioni che la ditta non era in grado di adempiere alle prescrizioni contrattuali e alle indicazioni impartite dagli uffici, che venivano disattese nei tempi e nei modi. I lavori ordinati non venivano eseguiti o, se avviati, non venivano completati. Non basta. Gravi carenze sono state riscontrate anche sul fronte della sicurezza dei lavoratori. Dopo diversi solleciti, il Comune ha deciso di contabilizzare i lavori eseguiti e affidare il resto dell’appalto alla ditta che si è classificata seconda in gara. Non un caso isolato, quello verificatosi sotto la Madonnina.

Ad aprile la Co.Res si è infatti vista rescindere il contratto siglato con la Città Metropolitana di Firenze e relativo di nuovo alla manutenzione delle strade per effetto di un’inchiesta giudiziaria che ha coinvolto i vertici della società. Nel frattempo «prosegue l’attività di riqualificazione e manutenzione ordinaria e straordinaria di strade, piazze e marciapiedi di Milano – sottolineano da piazza Scala – a cura del Comune e di Atm secondo la pianificazione e il cronoproprogramma. In queste settimane sono oltre 150 le strade e i marciapiedi interessati dai lavori».